468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Martedì 12 novembre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 12/11/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 54 | Giugno 2012
Primo Piano - Italia
Dal 10 giugno nuovo orario estivo 2012 di Trenitalia, i dettagli per i servizi nazionali e regionali
(IPM) - 08/06/2012 - 

Arriva puntuale con l'estate il cambio d’orario ferroviario di Trenitalia (Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane), caratterizzato in questa seconda metà del 2012 da novità per i servizi Nazionali e Regionali. Dal 10 giugno novità positive e negative. Nuovi servizi, un'offerta maggiormente di qualità e su alcune direttrici più capillare in ambito nazionale, e chiariscuri, a seconda delle regioni, per i servizi di ambito locale.
Molto critica la situazione piemontese, dove il giro di boa estivo degli orari vede la soppressione e sostituzione con bus per i servizi ferroviari di undici linee. Rimodulazioni sulle esigenze pendolari o sulle disponibilità ecomomiche invece in tutte le altre Regioni in base ai Contratti di Servizio applicati o per iniziativa di altre Imprese Ferroviarie, come in Friuli Venezia Giulia con l'attivazione del collegamento FUC/OBB transfrontaliero Udine-Villach (v. articolo).
Per gli orari di .Italo NTV attualmente in vigore si rimanda invece a questo LINK (clicca qui)

Servizi Nazionali
Estate 2012 con importanti novità lungo la "Metropolitana d'Italia" e sui collegamenti Trenitalia a lunga percorrenza e notturni. 
Crescono i collegamenti nazionali con due Frecciarossa in più ogni giorno, tra Roma e Torino, quattro Frecciabianca in più sull’Adriatica (Ancona – Milano; Lecce – Venezia) e due sulla Tirrenica Nord (Genova – Roma). Aumenta anche il numero di Frecciarossa, allestiti nella nuova versione 4 livelli. Tutte le 28 corse no-stop (16 mila posti offerti al giorno) tra Roma e Milano sono effettuate con il nuovo Frecciarossa che, dal 10 giugno, inizierà a coprire anche 4 corse tra Roma e Milano, di cui 3 proseguono per Napoli, e una per Salerno, con fermate a Firenze e Bologna.
Il Frecciabianca vede accrescere numero e qualità di servizi dedicati ai passeggeri, che vengono elevati a livelli paragonabili a quelli delle due Frecce AV, aumentando le fermate, al servizio di capoluoghi, centri a vocazione turistica e centri fieristici (Milano e Rimini).
Nel segmento dei Treni da Contratto di Servizio da segnalare il ritorno di alcune rotte notturne dirette: tra la Sicilia e Milano, lungo la linea tirrenica, tra la Calabria e Milano, lungo la dorsale e due rotte (sempre sud-nord e nord-sud, per un totale di 4 treni) tra Lecce e Milano.
Tra Roma e Reggio Calabria circoleranno 4 Intercity dagli interni completamente rinnovati, che offriranno maggiore comfort ai viaggiatori e più spazio per i bagagli.
I dettagli dei servizi nazionali sono disponibili a questo LINK (v. articolo)

Vediamo regione per regione, in rigoroso ordine alfabetico, cosa prevede il nuovo orario.

Abruzzo | Basilicata | Calabria | Campania | Emilia-Romagna |
Friuli Venezia Giulia | Lazio | Liguria | Lombardia | Marche | Molise |
Piemonte e Valle d'Aosta | Puglia | Sardegna | Sicilia | Toscana |
Trentino-AltoAdige | Umbria | Veneto

Abruzzo

Novità nell’offerta dei treni regionali programmata e finanziata dalla Regione.
Sulla Avezzano - Roma, infatti, partirà un nuovo modello di esercizio che punta a migliorare l’offerta, velocizzando i collegamenti anche attraverso una revisione delle fermate. La riorganizzazione dei servizi prevede la riduzione dei tempi di viaggio dei 13 collegamenti programmati dalla Direzione Regionale Abruzzo di Trenitalia sulla relazione Pescara - Avezzano - Roma e viceversa.
Ridotti i tempi di percorrenza dei treni R3237 (ex 2373) che impiegherà 26 minuti in meno e R3235 (ex 7039) con 32 minuti in meno.
Le altre variazioni più evidenti sulla linea sono le seguenti:
R12276 Roma Tib. (10.41) – Sulmona (14.05) e R12275 Sulmona (16.52) – Roma Tib. (20.40) sono stati cancellati e sostituiti dalla coppia di treni R3236 Roma Tib. (10.33) – Pescara (15.355) e R3243 Pescara (18.15) – Roma Termini (22.25);
R7328 Avezzano 13.44 – Sulmona 15.12 è stato ritardato in partenza alle 14.40 per incompatibilità con il R3238;
R12090 Sulmona 115.17 – Pescara 16.30 è stato ritardato in partenza alle 16.14 per incompatibilità con il R3238;
R12139 Teramo 14.05 – Chieti 15.50 con il nuovo orario prosegue fino Sulmona;
R21582 Chieti 17.40 - Teramo 19.28 con il nuovo orario partirà da Sulmona alle 16.56.
Come ogni anno, anche questa estate Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) effettuerà interventi di manutenzione e potenziamento tecnologico all’infrastruttura e dal 30 luglio al 26 agosto, saranno aperti i cantieri sulla Sulmona – L’Aquila – Terni. Gli interventi di potenziamento tecnologico permetteranno di migliorare la regolarità della circolazione.
Durante l’esecuzione dei lavori tutti i treni saranno sostituiti con autobus.

Basilicata

Con l'orario estivo alcune novità nell’offerta ferroviaria complessiva della Basilicata, con l’obiettivo di migliorarne qualità ed efficienza.
Si affina intanto il sistema d’integrazione del servizio regionale con quello nazionale, grazie a 15 collegamenti giornalieri tra Potenza, Salerno e Napoli in corrispondenza con le corse dei Frecciarossa.
Inoltre Sulla linea Potenza – Salerno, in sostituzione delle attuali automotrici Aln 668, dal 10 giugno circoleranno quattro treni Minuetto, più moderni e confortevoli. Da Potenza partiranno alle 7.00 (a. 8.45) e alle 20.32 (a. 22.45); da Salerno alle 15.00 (a. 17.12) e alle 20.12 (a. 22.01).

Calabria

Vengono prevede alcune variazioni in ambito locale che non modificano nella sostanza l'offerta attuale

Campania

Senza sostanziali modifiche, l’offerta dei treni regionali, programmati dalla Regione Campania nell’ambito del Contratto di Servizio con Trenitalia, dove va comunque segnalato un incremento dei posti disponibili sui treni della costiera cilentana, in coerenza con l’aumento dei passeggeri nel periodo balneare.

Emilia Romagna

Fra le principali novità la nuova offerta ferroviaria sulla linea Modena - Carpi - Mantova - Verona, richiesta dalla Regione Emilia Romagna, committente e finanziatrice del servizio ferroviario regionale, e definita insieme a RFI e Trenitalia.
Queste le caratteristiche principali: 60 treni al giorno fra Modena e Carpi, di cui 32 con origine o destinazione Mantova; introduzione del cadenzamento orario con un treno ogni mezz’ora da Carpi per Modena (ai minuti 00 e 30) e altrettanti in direzione opposta (ai minuti 05 e 34); corrispondenze sistematiche da Modena in direzione Bologna e Reggio Emilia/Parma e da Mantova verso Verona (28 collegamenti), con tempi di interscambio di circa 15 minuti; inserimento di un ulteriore collegamento da Carpi a Modena, effettuato con bus, per consentire l’interscambio con il Regionale delle 6.34 per Bologna, garantendo un primo arrivo nel capoluogo emiliano già per le ore 7.08; interscambio a Modena anche per i passeggeri diretti a Bologna e provenienti da Mantova con il primo collegamento diretto del mattino, grazie al leggero posticipo e alla velocizzazione del R11407 Piacenza – Ancona (Modena ore 6.52); una nuova fermata nella località di Quattro Ville, fra Modena e Carpi; due collegamenti diretti Bologna – Mantova: il primo, di nuova introduzione, partirà da Bologna alle 18.33, nella fascia di maggiore utilizzo per il rientro serale; il secondo, già esistente, mantiene invariata la partenza da Mantova alle 9.31; tra Modena e Mantova saranno utilizzati esclusivamente convogli elettrici, più confortevoli di quelli attualmente in circolazione (parte diesel e parte elettrici), con composizioni variabili e più posti a disposizione nelle fasce di maggior affluenza. Il nuovo orario cadenzato riguarda tutti i giorni feriali dall’inizio del servizio fin oltre le 22, con la sola eccezione della fascia oraria di metà mattina riservata all’esecuzione di lavori di manutenzione dell’infrastruttura ferroviaria.
Il servizio festivo viene leggermente incrementato nel numero e soprattutto regolarizzato, con un treno ogni 2 ore, in entrambe le direzioni.
L’offerta regionale da e per la Riviera Romagnola sarà incrementata con l’inserimento di due nuovi treni, che circoleranno nei giorni festivi dal 10 giugno al 26 agosto. Si tratta di un Bologna (9.21) – Rimini (10.55) e di un Pesaro – Rimini (18.07), con fermate a Castel San Pietro, Imola, Castelbolognese, Faenza, Forlì e Cesena. 
Inoltre per i pendolari sempre della riviera adriatica di particolare rilevanza il Frecciabianca 9804 Ancona – Milano, che consentirà l’arrivo a Bologna alle 8.13 da parte dei pendolari provenienti da Rimini (7.09), Cesena (7.26), Forlì (7.36) e Faenza (7.45).
Grazie a questo nuovo collegamento è stato possibile modificare l’orario del Regionale 11524 Rimini – Bologna, che con il nuovo orario arriverà nel capoluogo emiliano alle 8.32, riequilibrando l’offerta dalla Riviera verso Bologna, che con l’orario attuale prevede in quella fascia oraria un arrivo alle 8.19 e il successivo alle 9.19. Per i pendolari del Regionale 11524 in partenza da Sant’Arcangelo di Romagna, Savignano sul Rubicone e Gambettola, rimane comunque la possibilità di raggiungere Bologna alle 8.13, partendo più tardi rispetto ad oggi e con interscambio con il Frecciabianca nella stazione di Cesena.
Altra novità riguarda la linea Faenza – Firenze, dove dal 10 giugno è previsto l’esclusivo utilizzo dei nuovi treni Minuetto Diesel.

Friuli Venezia Giulia

Confermati gli attuali livelli di servizio da parte della Regione, committente e finanziatrice dell’offerta regionale.
Posticipata di 11 minuti, alle 17.19, la partenza del treno Regionale 6011 Udine - Trieste (18.48). Il treno Regionale 20896 Trieste (7.35) - Tarvisio (10.19) offrirà un maggior numero di posti per le bici.

Lazio

La nuova offerta di trasporto locale, programmata dalla Regione nell’ambito del Contratto di Servizio con Trenitalia, dà il via ad un nuovo modello di esercizio ferroviario della linea fr2 (Roma –Tivoli –Avezzano) che prevede tre livelli di servizio distinti:
un servizio di breve e brevissima distanza (Tivoli e Lunghezza per la Fr2) a carattere suburbano e urbano con due linee di percorso e fermate capillari nel territorio;
un servizio di distanza medio-lunga (Avezzano) a carattere generale veloce che esclude le fermate del servizio metropolitano;
un servizio sovraregionale veloce a lunga distanza (Sulmona/Pescara) con poche fermate.
L’individuazione di nodi principali (per la Fr2 sono 7: Lunghezza, Guidonia, Tivoli, Valle dell’Aniene, Carsoli, Tagliacozzo, Avezzano) permetterà agli utenti di usufruire del livello più funzionale alle proprie esigenze, anche tenendo conto dell’integrazione degli orari pensata con l’offerta su gomma.
Grazie ad una nuova pianificazione del trasporto sarà possibile ottenere un servizio ferroviario tra Roma, l’area metropolitana e l’Abruzzo che garantirà una maggiore regolarità e velocizzazione dei collegamenti con un incremento di oltre 4 mila posti e 4 treni in più nei giorni feriali. Una riorganizzazione a beneficio del trasporto pendolare che incentivi anche il turismo del week end.
Sulle rimanenti linee regionali sostanzialmente invariata l'offerta attuale.

Liguria

Dal prossimo 10 giugno, su richiesta della Regione Liguria committente del contratto di servizio con Trenitalia, saranno velocizzati alcuni collegamenti tra Genova e le due riviere, riducendo i tempi di viaggio tra le località maggiormente frequentate. Aumenteranno i treni offerti alla clientela nelle fasce a maggior domanda: + 11% sulle linee di Ponente e + 7% sul Levante.
Nello specifico saranno velocizzati i treni regionali:
• R11254 Sarzana - La Spezia – Genova – Savona: il tempo di percorrenza da Sarzana e La Spezia a Genova si ridurrà di 17’;
• R 11338 Sestri L. – Genova – Albenga: nella tratta Sestri L. – Genova sostituisce l’attuale R2044, diminuendo in tale tratta di 27’ il tempo di viaggio;
• R 11233 Savona – Genova – Recco: sostituisce tra Savona e Genova l’attuale R 11247, con un risparmio di 8’ nella percorrenza;
• R 11249 Ventimiglia - Genova: 12’ in meno per percorrere il percorso;
• R 11285 Savona – Genova – La Spezia: impiegherà 7’ in meno per il tragitto tra le due città;
• R 11295 Ge-Voltri – Sestri L.: confermata la velocizzazione realizzata da dicembre;
• R 11210 S. Stefano M. – Genova – Savona: per il percorso dal capoluogo regionale a Savona riduzione del tempo di viaggio di 11’;
• R 11306 Recco – Genova – Savona – Ventimiglia: da Genova alla città di confine 18’ in meno, 9 dei quali per la tratta fino Savona.
Si “guadagneranno” così importanti minuti per raggiungere il capoluogo ligure e precisamente fino a 17 minuti da La Spezia, fino a 27 minuti da Sestri Levante e Chiavari, 24 minuti da Rapallo, Santa Margherita, Camogli e Albenga. 10 saranno i minuti in meno da Ventimiglia, Imperia e Finale Ligure.
Contestualmente saranno inseriti nuovi collegamenti:
• R 6226 Savona 5.25 – Ventimiglia 7.28
• R 11253 Ventimiglia 5.45 – Genova Br. 8.48
• R 11232 Sestri L. 6.14 – Ge Voltri 8.07
• R 11305 Ge Voltri 18.55 – Sestri L. 20.33
Nuovi collegamenti tra Genova e Voghera in coincidenza con i servizi di Trenord da e per Milano:
• R 2890 Genova Br. 22.07 – Voghera 23.14 (da Voghera R 3998 p. 23.34 – Milano C. 0.40)
• R 2891 Voghera 23.28 – Genova Br. 0.52 (da Milano R 2199 p. 22.25 – Voghera a. 23.20)
Aumenteranno anche i posti offerti in seconda classe sui treni regionali, fino a 40 per ciascun treno, declassando le carrozze dei treni che registrano una bassa frequentazione in prima classe. Successivamente saranno attivati interventi di restyling che trasformeranno radicalmente i vagoni di prima classe in seconda.

Lombardia

Sulla rete regionale di Trenord 43 nuove corse del servizio ferroviario, 320 nuove fermate, 63 corse velocizzate e l'avvio del 'Lombardia Express', nuovo servizio veloce che collegherà Bergamo a Milano Lambrate in soli 30' e Varese a Milano P.ta Garibaldi in soli 35'.
Inoltre più corse e servizi per soddifare le esigenze di mobilità del territorio sulle linee Asso, S2, Como, Lecco, Molteno, Brescia, Novara Nord; 1 nuova corsa Codogno-Milano e velocizzazione di 1 corsa Piacenza-Milano.
LINEA S6 - Tutte le 68 corse della linea S6 (Novara-Milano-Passante-Treviglio) verranno effettuate con nuovi treni TSR, che sostituiranno le carrozze a doppio piano attualmente in servizio. Questo garantirà più comfort di viaggio, più regolarità nel Passante e sei nuove fermate a Pregnana Milanese.
POTENZIAMENTO DEL SERVIZIO - Per rispondere alle richieste del territorio, ci saranno più corse e servizi. In particolare, dal 9 settembre, verrà introdotta una nuova corsa sulla linea Pavia-Milano che partirà da Codogno alle 7.43 e arriverà a Milano-Greco Pirelli alle 8.50 fermando a Casalpusterlengo, Secugnago, Lodi e alle stazioni milanesi di Rogoredo e Lambrate. Dalla stessa data verrà inoltre introdotta una fermata a Lodi per il treno della linea Parma- Piacenza-Milano che parte da Parma alle 6.50 e arriva a Milano Centrale alle 8.20. Sempre dal 9 settembre verranno aggiunte inoltre due nuove corse sulla Asso-Milano, sulla Chiasso-Milano, sulla S2 (Milano Rogoredo-Mariano Comense), sulla Como-Lecco, mentre tre nuove corse di bus saranno introdotte invece sula Lonato-Brescia. Dal 10 giugno entreranno in servizio due collegamenti aggiuntivi sulla Busto-Novara. Ancora dal 9 settembre, nuovi orari, più fermate e migliori collegamenti per il territorio pavese riguarderanno le tratte Pavia-Codogno, Pavia-Mortara e Pavia-Alessandria.
RESTYLING DELLE CARROZZE - Sulla linea Milano-Bergamo (via Carnate) il 31 maggio scorso è entrato in servizio il primo dei 5 convogli completamente ristrutturati composti da 8 carrozze media distanza (580 posti). Prosegue inoltre l'immissione in linea di altri 5 treni a 5 carrozze doppio piano (oltre 700 posti), iniziata lo scorso 31 maggio, che si concluderà il prossimo 31 luglio al ritmo di uno ogni 15 giorni.

Marche

Invariata l’offerta dei treni regionali programmata e finanziata dalla Regione.
Tutti i collegamenti diretti tra le Marche e la Capitale continueranno a percorrere la Linea Direttissima tra Orte e Roma e avranno come stazione di arrivo e di partenza quella di Roma Termini.
Come ogni anno, anche questa estate Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) effettuerà interventi di manutenzione e potenziamento tecnologico all’infrastruttura. Nella Marche, dal 30 luglio al 2 settembre, saranno aperti i cantieri sulla Civitanova Marche - Macerata - Fabriano. Gli interventi di potenziamento infrastrutturale e tecnologico permetteranno di innalzare la velocità e migliorare la regolarità della circolazione.
Durante l’esecuzione dei lavori tutti i treni saranno sostituiti con autobus.

Molise

Sostanzialmente confermata l’offerta dei treni regionali programmata e finanziata dalla Regione.
Come ogni anno, anche questa estate si svolgeranno gli interventi di manutenzione e potenziamento tecnologico condotti sull’infrastruttura ferroviaria da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane). In Molise, dal 2 luglio al 2 settembre, saranno aperti i cantieri sulla Campobasso - Termoli. Gli interventi di potenziamento tecnologico permetteranno di migliorare la regolarità della circolazione.
Durante l’esecuzione dei lavori tutti i treni saranno sostituiti con autobus.

Piemonte e Valle d'Aosta

Note dolenti per il trasporto ferroviario piemontese. A seguito della revisione dell’offerta da parte della Regione Piemonte, committente e finanziatrice del servizio regionale, con lo scopo di ottimizzare le risorse a disposizione, il servizio ferroviario su alcune linee sarà sospeso e contestualmente sostituito dal servizio su gomma. Sui servizi sostitutivi saranno validi i titoli di viaggio di Trenitalia.
Le linee interessate sono: Pinerolo - Torre Pellice, Novi Ligure - Tortona, Cuneo - Mondoví, Alessandria - Ovada, Asti - Castagnole, Alessandria - Castagnole - Alba, Savigliano - Saluzzo, Saluzzo - Cuneo, Ceva - Ormea e Arona - Santhià oltre alle linee su cui è già attivo un servizio sostitutivo di bus quali la Chivasso - Asti, Asti - Casale Monferrato - Mortara e Bra - Ceva.
Sarà inoltre rimodulato il servizio sulle linee Torino - Pinerolo, Torino - Alessandria, Torino - Novara, Torino - Fossano (Cuneo) - Savona, Torino - Bra, Chivasso- Casale - Alessandria, Asti - Acqui, Alessandria - San Giuseppe - Savona, Alessandria - Mortara - Novara, Novara - Borgomanero.
Nessuna variazione é prevista sul servizio regionale della linea Bardonecchia - Torino.
Sulla linea Milano - Torino sarà anticipato, dal lunedí al sabato, l'ultimo collegamento della sera dal capoluogo lombardo con partenza alle ore 23.15 anziché alle 0.15.
L'offerta ferroviaria della Regione Valle d'Aosta rimane invariata.

Puglia

Sulla linea Foggia – Bari un nuovo treno partirà da Bari Centrale alle 14.30 e arriverà nel capoluogo dauno alle 16.13. Da Foggia partirà alle 6.46 un treno regionale che giungerà a Bari Centrale alle 8.20.
Sulla linea San Severo – Foggia – Bari arrivano due nuovi collegamenti veloci. Il primo partirà da San Severo alle 6.19 (da Foggia alle ore 6.38) e arriverà in appena 1h e 15’ a Bari Centrale (a.7.54). Il secondo partirà alle 14.15 da Bari Centrale e arriverà a Foggia alle ore 15.30 e a San Severo alle 15.50. I due treni veloci effettueranno fermate intermedie solo a Barletta, Trani, Bisceglie e Molfetta.
Sulla linea Lecce – Bari, da lunedì prossimo il treno regionale (R12582) partirà da Lecce alle 7.55 e arriverà a Bari Centrale alle 9.30 effettuando fermate intermedie a Trepuzzi, Squinzano, San Pietro Vernotico, Brindisi, Ostuni e Monopoli.
Per venire incontro alle esigenze dei viaggiatori sono stati modificati su richiesta della Regione Puglia gli orari di alcuni treni regionali. Nel dettaglio, dal lunedì al venerdì sarà posticipata alle 19.28 la partenza del treno regionale Barletta - Fasano (partirà alle 20.24 da Bari Centrale) e verrà anticipata alle 5.05 la partenza del treno regionale Foggia- Bari con arrivo nel capoluogo regionale alle 6.39.

Sardegna

Si confermano tutti i treni regionali che compongono l’offerta ordinaria.
E come ogni anno, anche questa estate si svolgeranno gli interventi di manutenzione e potenziamento tecnologico condotti sull’infrastruttura ferroviaria da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane). In Sardegna, dal 18 agosto al 3 settembre, saranno aperti i cantieri sulla Decimomannu – Iglesias – Carbonia. Gli interventi di potenziamento tecnologico permetteranno di innalzare la velocità e migliorare la regolarità della circolazione.
Durante l’esecuzione dei lavori tutti i treni saranno sostituiti con autobus.

Sicilia

Al momento non sono pervenute segnalazioni di sul nuovo orario dei servizi regionali.

Toscana

L’offerta regionale prevede una rimodulazione, programmata dalla Regione Toscana nell’ambito del Contratto di Servizio con Trenitalia, di alcuni collegamenti sulla linea Empoli - Firenze Porta al Prato e Pisa – Pontedera.
Sulla linea Firenze – Pisa i treni Regionali 3031, 11747, 3036, 23482 effettueranno la fermata di Lastra a Signa mentre il Regionale Fast 3170 Firenze – Pisa Aeroporto effettuerà la fermata ad Empoli.
Il nuovo orario porterà treni rinnovati per offrire un miglior comfort ai pendolari della Toscana.
Sulla linea Faentina via Vaglia, tutti i servizi Faenza - Firenze e la maggior parte dei Borgo-Firenze SMN saranno effettuati con i treni Minuetto.
I Minuetto continueranno a garantire anche gli attuali treni fast tra Siena, Empoli e Firenze e almeno altri 12 servizi nel territorio senese.
Per la Valdisieve e per la tratta Siena-Firenze la novità è l'avanzamento del programma di arrivo di treni diesel completamente rinnovati con il programma di face-lift che rende gli interni di altissima qualità. Con il mese di Giugno diventeranno 6 i convogli di questo tipo in esercizio, con ulteriore incremento di altri due entro la fine del 2012.

Trentino – Alto Adige

Confermata l’attuale offerta di trasporto programmata e finanziata dalle due Province Autonome committenti del servizio.
Previsto un nuovo treno regionale fra Borgo Valsugana Est e Trento, il 20544 in circolazione nelle giornate prefestive, con partenza alle 21.28, arrivo a Trento alle 22.32 e fermata in tutte le stazioni.
Una coppia di treni straordinari da Verona a Bolzano il sabato e i festivi, dal 24 novembre all’8 dicembre, in occasione dei Mercatini di Natale, con fermate a Domegliara, Peri, Ala, Rovereto, Trento, Mezzocorona e Ora.

Umbria

Sono confermati tutti i treni nazionali che collegano direttamente la regione con Roma, Ancona, Firenze e Milano, così come invariati rimangono i volumi di traffico dei treni regionali verso le regioni limitrofe.
Tutti i collegamenti diretti tra l’Umbria e la Capitale continueranno a percorrere la Linea Direttissima tra Orte e Roma e avranno come stazione di arrivo e di partenza quella di Roma Termini.
Quest’ultima - e non più Tiburtina - sarà da lunedì 11 giugno la stazione di arrivo e partenza anche dei due nuovi Regionali Veloci 21588 e 21589 tra Perugia e Roma.
Questi treni, richiesti e acquistati dalla Regione Umbria, sono stati introdotti dalla Direzione regionale di Trenitalia lo scorso 6 febbraio.

Veneto

Confermata l’attuale offerta da parte della Regione committente e finanziatrice del servizio.
Istituito il cadenzamento orario sulla linea Verona - Mantova - Modena, con cambio a Mantova.
Rimodulati alcuni orari dei Regionali Veloci fra Padova e Bologna con miglioramento della puntualità a destinazione, lievi modifiche all’orario di due treni nel Bellunese e due del nodo di Padova, per favorire la regolarità.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Dal 13 giugno al via l'orario ferroviario per l'estate 2010, potenziati i servizi AV e regionali 
Dal 13 dicembre partono le "Frecce" ad Alta Velocità, novità nei servizi e nelle tariffe 
Liberalizzazione ferroviaria: in Italia un passo indietro? Cosa prevedono le normative 
Viaggi low-cost sui treni FrecciaRossa, da Aprile sconti fino al 60% per 12 destinazioni 
La Manovra cala la scure sul trasporto pubblico, tagli ai servizi e aumenti delle tariffe 
Il Gruppo FS per i 150 anni dell'Unità d'Italia, eventi, manifestazioni e super offerte 
In viaggio con .Italo, la presentazione dei servizi NTV 
L'Istat fotografa dieci anni di trasporto pubblico urbano, in città la domanda cresce del +13,6% 
Alta Velocità, la linea che unisce il paese 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it