468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Martedì 23 luglio 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 23/07/2019
\\ Home Page > Highlights
Metropolitana - Lazio
Nessuno stop per la tratta centrale della linea C di Roma, smentita la bocciatura dei progetti
(IPM) - 04/02/2010 - 

Negli ultimi giorni su alcuni organi di stampa si è fatta parecchia confusione relativamente a presunte bocciature del progetto della tratta centrale T3 (San Giovanni-Colosseo) della Linea C di Roma, che mettevano in dubbio l'effettiva realizzazione dell'opera. Chiacchiericcio da salotto contornato dalla gioia dei detrattori e dei soliti disfattisti, che si auguravano uno stop dei lavori per biechi e ignoti interessi. Notizie senza fondamento come ha confermato la società Roma Metropolitane che con una nota ha illustrato il reale stato della procedura autorizzativa e la quasi totale assenza di ostacoli normativi ed economici.
Il 31 luglio 2009 - afferma la nota - Roma Metropolitane ha trasmesso il Progetto Definitivo della Tratta T3 a tutte le Amministrazioni interessate dal progetto o comunque competenti a rilasciare permessi e autorizzazioni di ogni genere e tipo, nonché ai Gestori di opere interferenti, ai fini della procedura finalizzata all'approvazione da parte del CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica).
Il 23 ottobre 2009 si è svolta la Conferenza dei Servizi, convocata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nel cui ambito sono pervenuti i pareri favorevoli, con prescrizioni e osservazioni, da parte dei soggetti interessati, compreso il Comune di Roma e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Il 18 dicembre 2009 il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici si è pronunciato “rilevando innanzitutto che la documentazione pervenuta è articolata e completa ed affronta una configurazione di una complessità del tutto eccezionale in termini tecnici, idrogeologici e archeologici” e si è espresso “favorevolmente con alcune prescrizioni e precisazioni di carattere marginale.”
Il 21 gennaio 2010 il Dipartimento Territorio della Regione Lazio ha comunicato il “Parere Unico Regionale”, favorevole con prescrizioni e osservazioni, pur evidenziando che il Comitato Regionale per i Lavori Pubblici del Lazio, organo di consulenza tecnico-amministrativo in materia di lavori pubblici di competenza o di interesse regionale, aveva espresso il 21 dicembre 2009 parere non favorevole “a causa della mancanza di idonea copertura finanziaria regionale” e per altre motivazioni di natura economico-amministrativa.
Alle motivazioni di natura economico-amministrativa Roma Metropolitane ha dato formali risposte esaustive, che hanno quindi consentito alla Regione Lazio di esprimere parere favorevole.
Il progetto definitivo della tratta T3 è quindi attualmente nella fase finale dell’istruttoria del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la successiva approvazione da parte del CIPE per gli importi di 761 milioni e 332 mila euro per l'esecuzione di Lavori e le Forniture, comprensivi dell’acquisto di 6 treni aggiuntivi, e di 1 miliardo 305 milioni e 554 mila in termini di Investimento e quindi comprensivi delle somme a disposizione dell’Amministrazione e dell’Iva.
Lunga circa 3 km con due stazioni, Amba Aradam e Colosseo, la tratta prevede un costo a chilometro di 250 milioni di euro.
L’incremento, pari a circa 135 milioni, dei costi per le stazioni Amba Aradam e Colosseo per le maggiori volumetrie conseguenti alle prescrizioni del Ministero per i Beni e le Attività Culturali: + 80.000 m3 per la stazione Colosseo (ora Fori Imperiali) e 43.000 m3 per la stazione Amba Aradam; la valutazione dei costi aggiuntivi, pari a circa 20 milioni, a seguito delle prescrizioni del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, connessi all’impiego generalizzato nella zona del rione Celio di consolidamenti a protezione degli edifici da eseguire in avanzamento dalle TBM allo scopo di salvaguardare gli strati archeologici, invece dei tradizionali consolidamenti eseguiti dal piano campagna; la valutazione degli incrementi, pari a circa 5 milioni, connessi a una maggiore attività di indagine archeologica richiesta dalla Soprintendenza, da eseguirsi nel corso della realizzazione dell’opera; la valutazione degli oneri aggiuntivi, pari a circa 90 milioni, conseguenti alle indicazioni progettuali e di indirizzo del Comitato Tecnico Scientifico per la salvaguardia dei monumenti e degli edifici storici; la valutazione delle opere aggiuntive, del valore di circa 70 milioni, derivanti dalle prescrizioni intervenute da parte di soggetti terzi, e in particolare dei Vigili del Fuoco, non prevedibili nella fase di redazione del Progetto Preliminare; la valutazione dei costi aggiuntivi, pari a circa 20 milioni, imposti dall’evoluzione della normativa ambientale, per lo smaltimento in discariche speciali delle terre da scavo provenienti dalla realizzazione delle gallerie eseguite con TBM; la valutazione dei costi aggiuntivi, pari a 20 milioni, derivanti dalle nuove norme tecniche in materia di “sisma e durabilità”.
Per quanto riguarda invece la Tratta T2, da Clodio/Mazzini a Colosseo, si prevede che il Progetto Definitivo possa essere completato per la fine del 2010. Continuano in proposito le attività relative agli Studi di Interazione Linea-Monumenti per la Tratta T2, che interessa, nel Centro Storico, gli edifici storico-monumentali lungo corso Vittorio Emanuele. Le indagini con scavi archeologici sono ancora in corso in un solo sito, quello di piazza Madonna di Loreto, connesso a uno degli accessi alla stazione Venezia. Il completamento dello scavo è previsto nel primo semestre di quest’anno.
Infine, complessivamente la costruzione della Linea C procede speditamente in tutti i 37 cantieri delle stazioni e dei pozzi intermedi relativi alla cosiddetta “Prima Fase Strategica”, ovvero lungo il percorso da San Giovanni a Monte Compatri/Pantano. Oltre 10 km di gallerie sono state complessivamente già realizzate mediante le TBM.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Varata la seconda coppia di TBM della linea C 
La linea D a Roma, una metro a metà in attesa di un competitor 
Con la diramazione B1 cresce la metropolitana di Roma, dal 13 giugno in servizio la nuova tratta 
Piano anti-caldo sulla linea B della metropolitana romana in collaborazione con la Protezione Civile 
A caccia di talenti musicali nella metropolitana di Roma con Tube Station Next Stop 
Al via a Roma lo scavo del prolungamento della linea B1 da Conca d'Oro a Jonio 
Il futuro della metro C di Roma in mano ai privati, finanziamenti in cambio della concessione 
Subway-letteratura, parte da Roma la distribuzione delle opere vincitrici 
Scatta l'operazione innovazione sulla metro B, nuovi treni, climatizzazione, più pulizia 
La metro B e la ferrovia Roma-Lido si rifanno il trucco. Restiling per le due linee romane, era ora! 
Biglietto valido? Bip&Go ed accedi tranquillamente in metropolitana 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it