Navegatore_468x60
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Mercoledì 26 novembre 2014
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 26/11/2014
\\ Home Page > Highlights
Metropolitana - Lazio
Scatta l'operazione innovazione sulla metro B, nuovi treni, climatizzazione, più pulizia
Particolare dei nuovi treni Caf in servizio sulla linea B
L'assessore Marchi durante la pulizia di un treno antigraffiti
L'assessore Marchi durante la pulizia di un treno antigraffiti
L'assessore Marchi e il presidente Grappelli a bordo del nuovo Caf della linea B
L'assessore Marchi e il presidente Grappelli a bordo del nuovo Caf della linea B
Panoramica dei treni della linea B, a sinistra il nuovo Caf, a destra due MB ristrutturate
Panoramica dei treni della linea B, a sinistra il nuovo Caf, a destra due MB ristrutturate
Un treno Caf in sosta nel deposito di Magliana
Un treno Caf in sosta nel deposito di Magliana
Gli interni di un treno MB rinnovato
Gli interni di un treno MB rinnovato
(IPM) - 25/11/2009 - 

Un cambiamento radicale per i forzati della linea B, che dalla fine di dicembre potranno viaggiare tra Rebibbia e Laurentina a bordo del primo dei nuovi 8 treni Caf, simili a quelli in servizio sulla metro A e sulla Roma-Lido. Inoltre treni più puliti, stazioni più decorose, ed entro l’estate almeno la metà del parco circolante composto da treni revampizzati e dotati di aria condizionata per arrivare gradualmente entro fine 2010 al totale dei treni.
E’ il piano di intervento per l’innovazione e il potenziamento della seconda metropolitana romana presentato dall’assessore alla Mobilità e ai Trasporti del Comune di Roma, Sergio Marchi e il presidente di Metropolitana di Roma, Roberto Grappelli, pianificato nell'ottica di adeguare la linea attuale in previsione dell'apertura della tratta B1 Bologna-Conca d’Oro/Jonio, e dell’entrata in funzione della nuova stazione Tiburtina, polo di interscambio tra bus urbani ed extraurbani, metropolitana, treni regionali e interregionali e convogli dell'alta velocità Milano Roma Napoli.
“Ci stiamo impegnando per rendere migliori le linee metropolitane della città - ha commentato Marchi a bordo del nuovo treno Caf - ed ora è il momento di rendere la linea B più moderna. Uno sforzo importante per l’amministrazione comunale volto a far viaggiare meglio i nostri concittadini”
Il piano complessivo, annunciato già alcuni mesi fa (link), diventa definitivamente operativo e prevede un investimento di oltre 80 milioni di euro, 70 destinati all’acquisto degli 8 nuovi treni Caf, i rimanenti per la ristrutturazione e la climatizzazione dei convogli MA200 ed MB attualmente in servizio, per la lotta al degrado e alle scritte sui treni e nelle stazioni, oltre ad un progetto sperimentale di ozonizzazione, che aumenterà comfort e igiene a bordo. Infatti, come ha confermato Grappelli “già da qualche mese si sta pensando di riqualificare e potenziare la linea B della metropolitana e dopo mesi di serrato lavoro di programmazione ora stiamo agendo”
Entriamo nel dettaglio degli interventi, partendo dall’innovazione più importante, rappresentata dai nuovi treni Caf.
Da fine 2009 ed entro l’estate 2010, al ritmo di uno al mese, ne entreranno gradualmente in servizio otto. Composto da sei carrozze completamente comunicanti e interamente climatizzate il treno Caf è lungo 108 metri con una capacità di oltre 1200 viaggiatori con 216 posti a sedere, attrezzato per ospitare viaggiatori diversamente abili e dotato di impianto di videosorveglianza e sistemi di sicurezza. I nuovi otto treni per la linea B costituiscono un'opzione della fornitura per la metro A e la Roma-Lido sottoscritta con l'azienda spagnola Caf, che ha consentito così di avere in modo più rapido la disponibilità di nuovi treni.
E l’arrivo dei nuovi treni consentirà agli operai delle officine di Ogr, la società di proprietà di Metropolitana di Roma che si occupa della manutenzione, di incrementare e velocizzare gli interventi di ammodernamento e revamping di sette convogli originari della metro B, in servizio dalla fine degli anni ‘80
Gli interventi prevedono la revisione generale dei treno,con la sostituzione delle le principali parti meccaniche e dei motori per aumentare le prestazioni in servizio, l’installazione del sistema di condizionamento/riscaldamento, la pellicolatura dell'intero treno in funzione anti graffito, l’installazione dei circuiti di videosorveglianza, un nuovo arredo interno con nuova disposizione di sedili e mancorrenti e il sistema di informazione all'utenza attraverso display e monitor.
Il programma di ristrutturazione è inserito nell'ambito di un contratto Atac Ansaldo/Breda per un valore di oltre otto milioni di euro, pari ad un costo di 581mila euro per ogni treno ristrutturato.
E la nuova linea B non saranno solo treni più moderni, ma attenzione anche al decoro dei treni e delle stazioni.
Si inizia dai rotabili, con gli interventi su treni attualmente in servizio per “avvolgerli” con una pellicola antigraffiti. Grazie alla nuova “pelle”, sarà ancora più facile la pulizia e la rimozione in pochi minuti degli scarabocchi dalle superfici "perchè - ha commentato Grappelli - bisogna far capire a tutti i romani che i treni e le stazioni delle metropolitane sono un bene di tutti”
Si prosegue quindi con l’intervento di pulizia straordinaria nelle stazioni con una speciale sostanza antigraffiti, che permette di usare tecniche di lavaggio poco invasive e che non danneggiano la superficie da trattare, ed è stata avviata un’attività di "mantenimento" in collaborazione con gli addetti alla vigilanza che segnaleranno le zone danneggiate. Entro 48 ore, 12 in caso di scritte offensive, un’apposita squadra per il decoro provvederà alla rimozione delle scritte e l'eventuale verniciatura.
Avviato inoltre un piano di interventi per la manutenzione delle scale mobili e per l’abbattimento delle ultime barriere architettoniche ancora presenti a Piramide e Magliana.
Per la pulizia interna dei convogli invece ci si avvarrà di una tecnica innovativa. Dopo la rimozione a bordo di tutti i rifiuti solidi, ogni treno riceverà quotidianamente un trattamento di tre ore all'interno dei depositi durante il quale verrà sanificato con l'ozono per l'eliminazione di batteri ed odori senza inquinare l'atmosfera. L'ozono ha un'efficacia molto superiore al cloro e ad altre sostanza usate comunemente per la disinfezione e la sanificazione ed è completamente ecocompatibile. Una voita utilizzato, infatti, torna ad essere ossigeno e non inquina aria, acqua o falde.
"Con questa nuova tecnica - ha spiegato Grappelli - i treni saranno puliti e disinfettati perché l'ozono elimina la carica batterica". Un’iniziativa per la quale l'assessore Marchi, ha espresso una grande soddisfazione sottolineando che "se è vero che si viaggia bene con l'aria condizionata, si viaggia meglio sui treni puliti".

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Piano anti-caldo sulla linea B della metropolitana romana in collaborazione con la Protezione Civile 
La metro B e la ferrovia Roma-Lido si rifanno il trucco. Restiling per le due linee romane, era ora! 
Biglietto valido? Bip&Go ed accedi tranquillamente in metropolitana 
A caccia di talenti musicali nella metropolitana di Roma con Tube Station Next Stop 
La linea D a Roma, una metro a metà in attesa di un competitor 
Avanza la terza metropolitana di Roma, finite le prime gallerie e pronto il primo treno 
Gli interventi di potenziamento del Nodo di Termini delle metropolitane romane 
La metro B1 di Roma avanza, la talpa raggiunge la prima stazione 
Il futuro della metro C di Roma in mano ai privati, finanziamenti in cambio della concessione 
Con la diramazione B1 cresce la metropolitana di Roma, dal 13 giugno in servizio la nuova tratta 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it