468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Domenica 22 settembre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 22/09/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 30 | Marzo-Aprile 2010
Infrastrutture - Lazio
Un parcheggio sopra la stazione Termini a servizio della città
(IPM) - 29/04/2010 - 

Buone notizie per i cittadini romani che hanno necessità di recarsi in automobile nella zona della stazione di Roma Termini da sempre alle prese con la difficoltà di trovare un posto auto: nascerà proprio all’interno della stazione di Roma Termini un nuovo grande parcheggio, con una capienza di 1400 posti auto e 180 posti per le moto. L’opera, prima in Europa nel suo genere, sorgerà al di sopra dei binari della stazione di Roma Termini e sarà costituita da 3 piani di parcheggio accessibili attraverso una rampa da Via Marsala con una superficie utile di 14.500 mq per piano,e stalli di dimensioni di 2,50 x 5 metri pensati per un’agevole manovra di parcheggio. 10.000 tonnellate di acciaio e 16.000 metri cubi di calcestruzzo: questi i numeri dell’imponente opera il cui via ufficiale ai lavori è stato dato l’11 marzo alla presenza del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, dell’amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, e dell’amministratore delegato di Grandi Stazioni Fabio Battaggia. Il progetto, le cui fasi operative preliminari sono partite già dallo scorso settembre con una serie di indagini geologiche, prosegue l’opera di riqualificazione e riorganizzazione funzionale della stazione capitolina. L’opera è unica in Europa non solo per essere il primo parcheggio realizzato al di sopra dei binari ferroviari di una stazione ma anche per la sua modalità di realizzazione, studiata affinché tutte le attività cantieristiche abbiano interferenze minime sulla circolazione degli 850 treni che ogni giorno partono e arrivano nella stazione, grazie alla tecnica di “varo a spinta”, normalmente utilizzata per la costruzione dei ponti ma mai utilizzata prima d’ora per la realizzazione di un parcheggio. Fino alla completa realizzazione, le sezioni del parcheggio verranno infatti costruite ed assemblate su un piano di varo in quota di dimensioni contenute e fatte scorrere attraverso una cremagliera verso la loro posizione. Questa tecnica verrà utilizzata per costruire i primi due piani del parcheggio mentre per il terzo e la copertura verranno utilizzati i due piani già costruiti. I lavori sono stati affidati all’ATI formata da due grandi imprese del settore delle costruzioni: la Ing. Claudio Salini Grandi Lavori SpA, società specializzata in tutti i campi delle costruzioni, dell’edilizia civile ed industriale,nella realizzazione di opere viarie ferroviarie e parcheggi, attualmente impegnata anche nei lavori di riqualificazione di alcune grandi stazioni italiane come Firenze S. Maria Novella e Bologna Centrale, e la IRCOP SpA, società specializzata nella produzione di conglomerato bituminoso, per la quale ha ottenuto la marchiatura CE secondo le norme UNI EN 13108. I lavori, della durata prevista di circa quattro anni, prevedono un importo di spesa pari ad 82 milioni di euro, finanziati dalla “Legge Obiettivo” . L’importo comprende, oltre alla realizzazione del parcheggio, anche la costruzione di un corpo destinato a ospitare servizi di stazione.
L’opera è stata pensata come un vero e proprio parcheggio di scambio a servizio dei viaggiatori,con 10 ascensori e 12 gruppi scala che permetteranno di collegare i piani del parcheggio con le sottostanti banchine della stazione. All’interno del parcheggio, inoltre, monitor informativi su arrivi e partenze dei treni permetteranno ai viaggiatori di scegliere quale ascensore o scala utilizzare per raggiungere il binario prescelto. All’interno della struttura, inoltre, oltre alle 30 casse automatiche per il pagamento del parcheggio, saranno installate 30 biglietterie automatiche ferroviarie. Massima attenzione anche per la sicurezza, grazie ad un avanzato sistema di videosorveglianza con 80 telecamere. Inoltre, grazie ad una avanzata tecnologia a sensori sarà possibile avere in tempo reale la situazione del traffico che verrà riportata sui grandi display posizionati all’entrata che mostreranno in tempo reale le informazioni sui posti auto liberi,garantendo un traffico scorrevole e rapido. Il parcheggio ospiterà anche un grande impianto fotovoltaico di circa 10.000 mq in grado di sviluppare una potenza di 500 kw. Una scelta, questa, che conferma la grande attenzione del Gruppo FS verso l’ambiente. Grazie alla nuova piastra l’offerta di parcheggi gestiti da Grandi Stazioni a Roma Termini passerà da 238 posti auto attuali (180 in Piazza dei Cinquecento e 58 in Via Marsala) a 1640.
“I parcheggi sono importanti per lo sviluppo del vettore ferroviario in quanto permettono una vera e propria intermodalità favorendo l’interscambio gomma-ferro” Queste le prime parole di un soddisfatto Mauro Moretti, AD del gruppo FS, nel corso della conferenza stampa di presentazione dei lavori. “Quando sarà completato il nuovo parcheggio,prosegue Moretti, i viaggiatori potranno arrivare comodamente in stazione,lasciare l’automobile e prendere il treno senza l’affannosa ricerca di un posto libero lungo le strade,un poco come già avviene negli aeroporti” . Il nostro impegno,ha concluso Moretti,sarà inoltre quello di far si che i lavori previsti impattino il meno possibile sulla circolazione ferroviaria,limitando al massimo i disagi per i viaggiatori”
“Il parcheggio che verrà realizzato rappresenta la prima grande opera per Roma Termini dopo la grande riqualificazione avvenuta in occasione del Giubileo del 2000 - ha dichiarato Franco Battaggia, AD di Grandi Stazioni - ra 50 mesi,oltre al nuovo parcheggio Roma Termini si arricchirà di un nuovo spazio a servizio dei viaggiatori”
Parole di soddisfazione anche da parte del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, per il quale l’opera “si inserisce negli sforzi fatti dall’amministrazione comunale per dotare Roma di nuovi parcheggi. Riteniamo che in futuro questa importante realizzazione potrà liberare le strade intorno a Termini sia dal traffico che dalle auto in sosta selvaggia”
Perplessità sull’opera vengono invece da parte del I° Municipio, preoccupato “per l’impatto che il parcheggio,una volta ultimato, potrebbe avere sul traffico in zona che potrebbe aumentare in maniera esponenziale, con conseguenti disagi per i residenti”
Totalmente contrario all’opera è invece il Comitato Cittadino “Giù le mani da Termini” , composto da residenti e lavoratori della zona, per il quale l’opera è “totalmente inutile in quanto nella zona esistono già quattro parcheggi a pagamento attualmente scarsamente utilizzati”
Parole in netto contrasto con i risultati della ricerca svolta dal Gruppo FS tra i viaggiatori e i frequentatori della stazione di Roma Termini dalla quale risulta che il parcheggio è oggi un problema molto sentito. L’88% degli intervistati ritiene infatti “quasi impossibile” parcheggiare a Termini, il 94% dichiara che l’area intorno alla stazione è congestionata per le macchine in doppia e tripla fila, mentre quasi l’80% ha dichiarato che utilizzerà il nuovo parcheggio una volta ultimato. 

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Inizia a prendere forma la Galleria Ponte della nuova stazione di Roma Tiburtina 
L'inaugurazione dell'Atrio Pietralata della nuova stazione AV di Roma Tiburtina in diretta 
Collegamenti più veloci tra Anagnina e Tor Vergata grazie al nuovo corridoio della mobilità 
Prende forma con la nuova piazza Ipogea la stazione rinnovata di Roma Tiburtina  
Nasce il Corridoio della Mobilità di Fiumicino grazie all'accordo tra la Provincia di Roma e RFI 
Apre Casa Italo presso l'ex Air Terminal Ostiense, ma una cancellata la allontana dai treni 
Rfi ed Ntv "divisi" da una cancellata, botta e risposta sul mancato accesso ai binari di Ostiense 
All'Eur si fa sul serio, al via i lavori per i corridoi dei filobus 
Governo e Regione Lazio, tre miliardi di euro per grandi opere 
Luci ed ombre per la terza linea di metropolitana a Roma 
Nuovo capolinea tram a piazzale Flaminio, priorità necessaria? 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it