468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Sabato 20 luglio 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 20/07/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 53 | Maggio 2012
Ferrovie - Italia
"La storia è cambiata", Arenaways presenta i nuovi servizi per il 2012
Arenaways torna sui binari con nuovi servizi diurni e notturni
L'Ad di ArenaWays Giuseppe Arena intervistato da IlPendolare Magazine
L'Ad di ArenaWays Giuseppe Arena intervistato da IlPendolare Magazine
Un momento della conferenza stampa
Un momento della conferenza stampa
Giuseppe Arena, Ad di Arenaways
Giuseppe Arena, Ad di Arenaways
Rendering dei nuovi convogli Talgo TrenHotel di Arenaways
Rendering dei nuovi convogli Talgo TrenHotel di Arenaways
(IPM) - 16/05/2012 - 

Un rientro in grande stile sullo scenario ferroviario italiano. E’ quello che ha voluto realizzare l’AD di Arenaways Giuseppe Arena, fondatore e amministratore delegato di Arenaways, il primo operatore privato che ha infranto il monopolio di Trenitalia sui servizi a media distanza.
Un inizio a dire il vero molto travagliato, che dopo alterne vicende e vicissitudini passate attraverso l’istanza di fallimento e la nuova cordata imprenditoriale che ha voluto investire sui treni giallo arancio, vede adesso davanti a se nuovi traguardi.
“Solo 8 mesi fa Arenaways aveva chiuso i battenti - commenta Arena - e in 8 mesi è rinata. Una storia che diventa ancora più bella perché dal 23 di aprile abbiamo potuto reintegrare tutto il nostro personale. Neanche loro hanno mai mollato l'impresa, una cosa questa che la dice lunga, non erano semplicemente dipendenti, ma persone che amavano l'impresa e credevano nel progetto".
"In questi mesi non ci siamo messi all'angolo a pensare - ha aggiunto Arena - ma ci siamo mossi subito per incontrare tutti gli imprenditori amici con la I maiuscola per avviare un nuovo progetto capace di rilanciare la società”.
Grandi novità quindi con un progetto ambizioso che vedrà un importantissimo accordo con Trenitalia. Oltre ai servizi diurni che verranno riattivati sulle direttrici Torino-Milano e Torino-Genova, a partire dalla seconda metà di giugno un servizio di treni notte denominato TrenHotel, con trasporto di auto al seguito, collegherà il Nordovest con il Centro e Sud Italia.
“Arenaways torna sui binari ma non solo con quello che facevamo prima - puntualizza Arena - ma per realizzare, avviando una partnership con Trenitalia, un servizio nuovo e di alta qualità. Proponiamo un collegamento notte che non intende sostituire i servizi offerti da Trenitalia. Sono treni di Arenaways che grazie a quest’importantissimo accordo con Trenitalia avranno una maggiore possibilità di essere commercializzati avvicinando una più ampia fascia di persone ai nostri prodotti”.
Infatti in virtù dell’accordo commerciale stipulato, i viaggiatori Arenaways potranno acquistare i biglietti anche attraverso i principali canali di vendita di Trenitalia: biglietterie, sito web e agenzie viaggi convenzionate.
I treni collegheranno per ora Torino con Reggio Calabria, fermate ad Asti, Alessandria, Genova Brignole, La Spezia, Paola, Lamezia Terme e Villa San Giovanni, e Torino con Bari e fermate oltre ad Asti ed Alessandria anche a Piacenza e Foggia. I collegamenti avranno una cadenza trisettimanale. Il trasporto auto al seguito sarà disponibile nelle stazioni di Alessandria, Villa San Giovanni e Bari. Le carrozze del Trenhotel sono di fabbricazione Talgo e di proprietà Renfe, l’operatore pubblico nel trasporto passeggeri in Spagna con cui Arenaways ha sottoscritto un contratto di locazione quinquennale.
I prezzi sono ancora in via di definizione, ma secondo indiscrezioni raccolte si parla di tariffe tra i 60 e i 140 euro a seconda della tipologia di posto scelto, a sedere, poltrone reclinabili o cabina letto. “E’ ancora presto - ribadisce il patron di Arenaways - le tariffe sono in via di definizione, ma contiamo entro breve di determinarle per poterle lanciare quanto prima”.
Nessuna novità sostanziale per i servizi di giorno, che torneranno ad essere regolari sulle direttrici tra Piemonte, Lombardia e Liguria. Sulla questione fermate intermedie “Mi sembra che l’aria sia cambiata, sono stati fatti grandi passi avanti e l’accordo con Trenitalia ne è la conferma - dichiara sorridente Arena - siamo fiduciosi”.
“Riconosco ad Arena - ha detto l'assessore regionale ai Trasporti, Barbara Bonino - doti di genialità imprenditoriale, tenacia e capacità di coinvolgere gli interlocutori”, sottolineando la necessità di non avere “atteggiamenti penalizzanti verso la compagnia di bandiera. Trenitalia non può essere identificata con un personaggio che può essere più o meno simpatico, ma rappresenta migliaia di lavoratori. L'accordo con Arenaways è positivo perchè consente di uscire da una logica conflittuale che non porta da nessuna parte e permette di reintegrare i lavoratori”
Infatti oltre ai dipendenti della vecchia società con i nuovi TrenHotel saranno assunti anche 26 lavoratori della ex Wagonlits.
“Non ci sono nemici - ha spiegato Emanuele Carando, direttore marketing di Trenitalia - siamo un partner commerciale di una società che offre un servizio che noi non abbiamo. Per noi è un'opportunità”.
Ma vediamo nel dettaglio i nuovi TrenHotel Talgo che tra poche settimane vedremo viaggiare tra Nord e Sud Italia.
Intanto una varietà dei servizi offerti e la qualità del viaggio. Il passeggero si deve sentire coccolato, a bordo del treno come in hotel.
Qualità del materiale rotabile, nuovo, progettato con criteri moderni per il comfort del passeggero, costruito con i più alti livelli di affidabilità e sicurezza. Qualità del personale tecnico, scelto fra i più competenti e sperimentati e addestrato all’attenzione e alla responsabilità individuale per il successo globale del servizio. Qualità dell’assistenza a bordo, sempre presente e disponibile. Il personale può svolgere interventi di primo soccorso sanitario e ha seguito corsi di “lingua dei segni”(LIS) per trattare i non udenti. Qualità della manutenzione e della pulizia, svolte in proprio senza appalti e subappalti esterni. Il grande centro manutenzione Arenaways garantisce il controllo manutentivo e la pulizia interna ed esterna, ogni notte per 365 notti all’anno. Qualità dell’intero progetto, che nasce dallo studio delle reali esigenze del viaggiatore di oggi. E attenzione al comfort in ogni minimo dettaglio.
Il servizio TrenHotel di Arenaways è un vero e proprio hotel viaggiante nel quale dormire comodamente mentre si raggiunge la destinazione desiderata, il mezzo di trasporto ideale per le trasferte di lavoro, soprattutto in caso di meeting al mattino, nonché il modo migliore per iniziare una vacanza no stress, andando incontro alla propria meta senza code in autostrada e magari con un buon libro in mano. Convogli di ultima generazione pensati specificatamente per il servizio notturno che non hanno eguali in Italia.
Ogni Trenhotel ospita al suo interno 48 camere, 140 poltrone reclinabili, un ristorante e una caffetteria. Servizi per ogni esigenza: le camere DREAM, le poltrone reclinabili RELAX, ristorante, caffetteria e tutto il treno accessibile alle persone disabili con mobilità ridotta.
Denominate non a caso DREAM, le camere, di tipologia doppia e singola, sono progettate per garantire tutta la comodità di una stanza di hotel, ognuna attrezzata con letti comodi e ampi (200x80cm), poltrone ergonomiche, tavolo a scomparsa, ampio spazio per riporre i bagagli, bagno con doccia; un kit completo per l’igiene personale, asciugamani, cuscini, coperte, lenzuola; uno schermo lcd per la proiezione di film, prese elettriche, interfono per chiamare il personale di bordo e richiedere la sveglia all’ora desiderata. Il biglietto include sempre anche la cena e la prima colazione, che verranno serviti al ristorante di bordo.
Delle 48 camere DREAM presenti sui Trenhotel, 1 è riservata alle persone con mobilità ridotta, ancora più spaziosa e appositamente attrezzata per la libera movimentazione interna anche in sedia a rotelle, sia in camera sia nella toilette. Questa camera ha accesso particolarmente agevole alle aree ristorante e caffetteria.
Inoltre ogni Trenhotel dispone di 140 comodissime poltrone reclinabili denominate RELAX, 26 per carrozza, in tutto e per tutto paragonabili a quelle utilizzate in classe business per i voli intercontinentali. Ognuna di esse è reclinabile fino ad un angolo di 136° e dista 1,33m dalla fila successiva, ha controlli individuali per la regolazione dello schienale, del poggiapiedi e del poggiatesta, ha in dotazione una coperta e uno schermo per la visione di filmati e altri video di intrattenimento. La direzione delle poltrone è sempre nel verso di marcia. Ogni viaggiatore avrà diritto alla cena e alla prima colazione che saranno serviti direttamente al posto. Ciò ovviamente non impedirà ai passeggeri di accedere comunque al ristorante e alla caffetteria di bordo nel caso preferissero una soluzione differente. Inoltre per poter viaggiare e dormire tranquilli senza alcuna preoccupazione, cappelliere e deposito bagagli dell’area poltrone dispongono di particolari sistemi di antifurto che permettono di bloccare la valigia, in modo da potersi muovere serenamente nel treno e dormire con “entrambi gli occhi chiusi”.
Come per le cabine, 2 poltrone sono state riservate alle persone con mobilità ridotta: la struttura consente al passeggero di scegliere se viaggiare sulla propria sedia a rotelle oppure se utilizzare una delle apposite poltrone reclinabili. Anche in questo caso avrà l’opportunità di accedere liberamente ad una toilette più ampia e perfettamente attrezzata, nonché di recarsi agevolmente presso il locale ristorante o alla caffetteria.
La ristorazione rappresenta un altro fiore all’occhiello dei TrenHotel di Arenaways: il servizio infatti è curato dallo chef Cesare Marretti che ha colto la sfida di portare anche in treno la formula vincente già da tempo proposta nei suoi ristoranti Cucina di Bologna e Torino: cibi freschi e rigorosamente di stagione per realizzare piatti semplici ma comunque sempre originali, caratterizzati da quel tocco di creatività proprio di ogni grande chef.
Infine il trasporto auto al seguito, che siano auto, moto o biciclette, viaggeranno in totale sicurezza sui carri agganciati in coda al treno. Infatti questi speciali vagoni sono utilizzati da molti anni dalle compagnie DB Autozug e EETC Autoslaap per i treni provenienti in Italia dalla Germania e dall’Olanda. Ogni carro dispone di fermi regolabili, affinché i mezzi siano assicurati e stabili, e di griglie laterali che chiudono completamente il vagone, impedendone l’accesso quando il treno è fermo.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Arenaways, gli interventi in diretta per la presentazione dei nuovi servizi 
L'attesa è finita, in servizio i nuovi Cisalpino II tra Milano e Ginevra 
Svolta da Trenitalia per il trasporto regionale, due miliardi di euro per l'acquisto di nuovi treni 
Presentati i nuovi servizi Alta Velocità in Italia guardando all'estero e in attesa dei nuovi treni 
Più di mille treni in più durante l'estate per potenziare il servizio ferroviario 
Arriva l'estate 2012 di Trenitalia, più servizi nazionali e nuove tariffe per le Frecce 
ArenaWays annuncia le tariffe per il TrenHotel tra Torino, Bari e Reggio Calabria 
Partono il 10 luglio i Trenhotel di Arenaways da Torino per Reggio Calabria e Bari 
Più facile e veloce richiedere i bonus per i ritardi dei treni AV, IC ed Exp 
Il nuovo orario ferroviario, parte l'Alta Velocità, ma poche novità per i pendolari 
Potenziata l'offerta ferroviaria per le festività pasquali. A Roma 500mila viaggiatori in più 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it