468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Martedì 23 luglio 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 23/07/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 31 | Maggio-Giugno 2010
Trasporti - Liguria
Il trasporto ferroviario ligure tra esposti e revamping per 140 carrozze
(IPM) - 14/06/2010 - 

Prosegue il braccio di ferro tra l’assessore regionale ai trasporti della Liguria, Enrico Vesco, e Trenitalia. Proprio l’esponente della Giunta regionale ligure ha presentato, presso la Procura di Genova una "Denuncia nei confronti degli Amministratori di Trenitalia Spa per disservizio sul treno IC 504 Puccini e disagi agli utenti del servizio", consegnata direttamente nelle mani del procuratore capo Francesco Lalla.
Vesco infatti ha presentato l’esposto dopo aver verificato di persona che gli utenti hanno viaggiato in "condizioni notevolmente disagiate" e che le condizioni igieniche "lasciano alquanto a desiderare".
“Molti - ha commentato Vesco - hanno addirittura preferito viaggiare in piedi e rinunciare al posto prenotato. Ritengo intollerabile che un treno che risulta già sovraffollato quando composto da 10 carrozze debba frequentemente essere penalizzato con tagli al materiale rotabile e, pur consapevole del ruolo della Regione e quindi della sua competenza non diretta rispetto agli Intercity, conosco altrettanto bene la loro valenza di servizio di trasporto universale e il forte investimento economico affrontato dall’Amministrazione regionale a vantaggio di Trenitalia S.p.A. per il servizio InterCity in occasione dell’istituzione della Carta Tutto Treno Liguria”.
“Per questo motivo- conclude l’assessore ligure- appena arrivato in ufficio ho immediatamente scritto ai vertici di Trenitalia, ma questa volta non mi sono limitato alla ‘consueta lettera’ e, convinto che la gravità della situazione dei trasporto pubblico meriti risposte più adeguate ed ho presentato un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare quanto accaduto, annunciando che la Regione si riserva di costituirsi parte civile in un eventuale procedimento penale”.
“Perché la Regione Liguria – conclude Vesco - ha l’obbligo di preoccuparsi del diritto alla mobilità dei propri cittadini e non intende abdicare rispetto a questa funzione”.
Un ruolo che l’amministrazione regiolane svolge con attenzione, come confermato dall’accordo per la ristrutturazione di trecento carrozze di treni con interventi che andranno da nuovi pavimenti, a nuove foderine dei sedili immuni anche ai pennarelli fino a pellicole anti-sole ai vetri che serviranno a far scendere la temperatura di almeno 5 gradi, grazie ad un finanziamento congiunto di Regione Liguria e Trenitalia per un totale di 1 milione di euro, di cui circa 300mila dalla Regione e 700mila da Trenitalia.
Il revamping già in corso, per il quale Trenitalia ha già investito 320 mila euro coinvolgerà 70 carrozze doppio piano, 76 carrozze Ale, e 160 carrozze di media distanza. Trenitalia prevede di consegnare le carrozze di media distanza e le Ale a luglio per poi iniziare il lavoro di ristrutturazione leggera sulle altre vetture a doppio piano.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Il trasporto pubblico ligure a portata di cellulare 
Regione Liguria annuncia penali a Trenitalia per i disservizi sulla Genova-Ovada-Acqui Terme 
Si rinnova la flotta bus di Genova con i nuovi mezzi EEV 
A Savona si rinnova la flotta con l'arrivo di 33 nuovi autobus urbani e suburbani 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it