468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Lunedì 16 settembre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 16/09/2019
\\ Home Page > Highlights
Mobilità - Lazio
Il Comune di Roma presenta il Piano strategico della mobilità sostenibile
(IPM) - 29/09/2009 - 

Fonte: Comune di Roma - Link
www.comune.roma.it

Approvate dalla Giunta capitolina, e presentate in Campidoglio, le linee d'indirizzo del "Piano strategico della mobilità sostenibile" (PSMS). Il piano sarà discusso con i Municipi, la Provincia, la Regione, il Ministero delle Infrastrutture, le associazioni di categoria e i cittadini. Hanno illustrato le linee del piano il sindaco Alemanno e gli assessore Marchi (Mobilità), De Lillo (Ambiente), Ghera (Lavori Pubblici) e Corsini (Urbanistica).
Obiettivo generale del piano, un nuovo assetto del sistema romano dei trasporti in grado di garantire "mobilità, sicurezza e salute". Dunque più trasporto pubblico su ferro e gomma, traffico più fluido e tempi di percorrenza ridotti, meno inquinamento atmosferico e acustico, rilancio del piano parcheggi (soprattutto ai nodi di scambio), più sicurezza e qualità di mezzi e infrastrutture, tutela dei beni artistici-archeologici-ambientali, più rispetto delle regole.
Le due principali linee d'azione: una di medio-lungo periodo, che comporta una nuova architettura del sistema della mobilità, con nuove infrastrutture di trasporto pubblico e privato; l'altra sul breve-medio periodo, che riorganizzi e razionalizzi il sistema esistente.
Tra gli interventi di lungo periodo previsti: potenziamento rete ferroviaria metropolitana e regionale; trasformazione delle stazioni ferroviarie della città in nodi di scambio treni-metropolitana-autobus; completamento linee metro C e D; automazione integrale delle linee metro A e B; nuovi "corridoi di mobilità" pubblica; nuovi parcheggi di scambio; anello tramviario intorno al centro storico; nuovi anelli stradali, ponti e sottopassi; completamento Lungotevere; estensione complanari al GRA; ampliamento pedonalizzazione centro storico.
Tra i programmi a breve periodo, invece: riorganizzazione trasporto pubblico su gomma; revisione regole (Ztl, piazzole di sosta per scarico merci, due ruote, nuovo piano bus turistici e pullman); miglioramento del traffico agendo su semafori, attraversamenti, incroci ecc.; completamento "corridoi della mobilità" avviati e redazione piano per i "corridoi" futuri. E ancora: più tram, prolungamenti metro, piani particolareggiati del traffico su scala municipale.
Per saperne di più, vedi le schede sul piano a lungo periodo e a breve-medio periodo.
Tra le prospettive, anche lo sviluppo del piano triennale della sicurezza stradale per ridurre gli incidenti stradali nella Capitale: sono in fase di chiusura le gare per installare 25 nuovi autovelox nei punti maggiormente a rischio della città.
La vera novità del piano strategico, è stato sottolineato nel corso della presentazione, sta nell'approccio "sistemico" con cui si è affrontato il tema della mobilità sostenibile, considerando ogni aspetto e tenendo conto dell'esistente. Con l'ambizione – ha detto il sindaco Alemanno – di "liberare i cittadini dal sequestro quotidiano nelle proprie autovetture e sui mezzi di trasporto".
Quanto, in particolare al centro storico, il sindaco ha sottolineato che "alla pedonalizzazione si arriverà con scelte tecniche e una precisa strategia, per fare in modo che non risulti solo un divieto per i romani, ma un'opportunità".

Nota di commento della redazione

Fa piacere constatare che il sindaco di Roma e i suoi assessori hanno deciso di non gettare all'aria le esperienze avviate dalle giunte precedenti continuando ad investire nella mobilità, rispolverando a volte dai cassetti dove erano stati relegati anche progetti "insoliti" in passato scartati per difficoltà oggettive o contrasti di vario genere.
Sicuramente importante la programmazione a breve termine, che vede nella maggior parte dei casi il completamento dei cantieri e dei progetti voluti ed avviati da qualche anno dalle precedenti amministrazioni, come le nuove linee di metropolitana B1 e C, la progettazione della linea D, i corridoi della mobilità e il tram 8.
Necessita invece di maggiori spazi di riflessione e sicuramente importanti correzioni il piano a lungo termine. Infatti il pensiero che ci ha attraversato leggendo il piano è il rischio di un non corretto utilizzo degli ennesimi soldi pubblici per realizzare opere e infrastrutture di minimo impatto funzionale per la mobilità romana.
IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Si amplia a Roma il sistema di monitoraggio del traffico urbano 
"Te lo do io il biglietto" al via sui bus di Roma la campagna anti-evasione 
Si rinnova il bike-sharing a Roma, nuove tariffe, nuovo logo, nuovi servizi by Atac 
Atac approva il Bilancio 2008 guardando alla ripresa... 
Attivi dal 6 maggio a Roma i varchi elettronici per la Ztl di San Lorenzo 
Rivoluzione a Roma per i biglietti e gli abbonamenti. 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it