IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Giovedì 23 maggio 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 23/05/2019
\\ Home Page > Highlights
Ferrovie - Campania
La nuova veste della Circumvesuviana, presentato il restyling per stazioni e treni
Il nuovo convoglio Metrostar della Circumvesuviana
(IPM) - 04/11/2009 - 

Nuova veste sulla ferrovia Circumvesuviana grazie agli investimenti promossi dalla Regione Campania per il potenziamento del trasporto su ferro, con la presentazione dei progetti di restyling delle stazioni di Ercolano, Pompei, Nola e Sarno della Circumvesuviana e l'entrata in servizio dei nuovi treni Metrostar da 72 posti che consentiranno un incremento dei servizi ferroviari sulle linee intorno al Vesuvio.
Impegni importanti che miglioreranno la qualità dei servizi di trasporto, dei treni e delle stazioni, presentati martedì 3 novembre dall’assessore ai Trasporti della Regione Campania, Ennio Cascetta, l’amministratore unico e il direttore generale di Eav, Ente Autonomo Volturno, holding regionale dei trasporti, Alessandro Rizzardi e Ciro Accetta, e l’amministratore unico di Circumvesuviana, Bruno Spagnuolo.
I progetti sono finanziati con 59 milioni di euro di fondi regionali e non includono i 2 nuovi treni Metrostar che fanno parte della commessa dei 26 nuovi treni, di cui 16 già in esercizio, finanziati con ulteriori 103 milioni di euro.
Nel dettaglio gli investimenti riguarderanno la nuova veste per le stazioni di Ercolano, Pompei-Villa dei Misteri, Nola e Sarno, significative per posizione, dimensione, pregio architettonico e attrattiva turistica. Gli interventi riguarderanno la riqualificazione e valorizzazione delle stazioni determinando una maggiore leggibilità delle stesse nel contesto territoriale e una migliore fruibilità dei servizi da parte degli utenti con la definizione di elementi comuni, distintivi ed immediatamente riconoscibili delle stazioni/fermate di una stessa linea ferroviaria, la valorizzazione a fini commerciali, di spazi aggiuntivi dei fabbricati di stazione, il ripristino delle caratteristiche architettoniche dei fabbricati e la riorganizzazione degli spazi di stazione, in coerenza con una moderna concezione delle stesse, prevedendo, tra l’altro, l’implementazione di moderni sistemi di informazione alla clientela, impianti di videosorveglianza e dispositivi per la regolazione e la gestione dei flussi dei viaggiatori;
Per le stazioni di Ercolano e Sarno, gli interventi sono stati progettati dallo studio di Architettura “Archimedia”, mentre per Pompei-Villa dei Misteri e Nola, l’opera è dello studio di Architettura Fiorentino ed il costo complessivo del restyling delle quattro stazioni è pari a 15 milioni euro di fondi regionali.
La nuova veste non riguarderà unicamente le quattro stazioni di "pregio", ma ne coinvolgerà anche altre 40 per le quali è previsto il rifacimento delle facciate, sottopassi, soffitti e servizi, a cui saranno aggiunti nuovi percorsi di luce, studiati questi ultimi dalla Beghelli, che ha inteso in questo modo iniziare una collaborazione con Circumvesuviana. Le stazioni interessate saranno San Giovanni, Barra, San Giorgio a Cremano, Cavalli di Bronzo, Bellavista, Portici via Libertà, Torre del Greco, Villa delle Ginestre, via leopardi, Trecase, via Nocera, Castellammare, Pozzano, Vico Equense, Meta, Piano, Sorrento, Napoli Centro Direzionale, Poggioreale, Pomigliano, castello di Cisterna, Brusciano, De Ruggiero, Vittorio Veneto, Marigliano, san Vitaliano, Scosciano, Baiano, Argine palasport, Villa Visconti, Vesuvio De Meis, Bartolo Longo, Ponticelli, Sant’Anastasia, Somma, Ottaviano, San Giuseppe Vesuviano, Terzigno, Scafati e Poggiomarino
Il costo di questi lavori è pari a 3 milioni di euro ottenuti grazie ai fondi regionali.
Gli interventi non si limitano comunque solo all'infrastruttura, ma coinvolgeranno in maniera decisa anche il materiale rotabile con l'avvio, prossimo mese di gennaio dell'attività di revisione e revamping di 48 dei vecchi elettrotreni, su i 118 complessivi ad oggi presenti in servizio sulla rete ferroviaria aziendale.
L'ammodernamento dei convogli, oltre agli impianti di videosorveglianza e citofoni d’emergenza, già presenti, permetterà l'installazione degli gli impianti antincendio e di climatizzazione caldo/freddo, mentre l'area passeggeri sarà caratterizzata dall’elevato comfort dei sedili imbottiti e degli appoggi per i viaggiatori in piedi, anch’essi imbottiti. Infine, restyling anche per la livrea esterna. Il costo dell’attività di revamping vedrà una spesa di circa 41 milioni di euro
Inoltre a potenziamento del servizio entreranno in esercizio i primi due nuovi treni Metrostar, dei dieci previsti, dotati di un maggior numero di posti a sedere, 72 invece dei 48 disponibili nei treni già in servizio, che saranno utilizzati quindi anche sulle tratte a lunga percorrenza, con destinazione Sorrento o Baiano. I Metrostar a 72 posti si aggiungono ai 16 nuovi treni a 48 posti a sedere, utilizzati sulle tratte di tipo metropolitano, e la fornitura completa, che prevede in tutto 26 Metrostar, si concluderà entro febbraio 2010.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Premiati i progetti per la nuova ferrovia del Vesuvio 
Deraglia a Napoli un treno della Circumvesuviana, un morto e quaranta feriti 
Treni più puliti in Campania e Molise grazie alla multinazionale tedesca Dussmann 
Italo sbarca in costiera amalfitana, dall'1 agosto corse prolungate su Salerno 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it