IlPendolare Magazine Homepage
Forum Home Forum Home > Trasporto Regionale > Lazio
  New Posts New Posts RSS Feed: La "Favola" dei Vivalto sulla Roma-Cassino
  FAQ FAQ  Forum Search   Calendar   Register Register  Login Login


La "Favola" dei Vivalto sulla Roma-Cassino

 Post Reply Post Reply
Author
Message Reverse Sort Order
redazione View Drop Down
Admin Group
Admin Group


Joined: 01 Gennaio 2007
Online Status: Offline
Posts: 44
Post Options Post Options   Quote redazione Quote  Post ReplyReply Direct Link To This Post Topic: La "Favola" dei Vivalto sulla Roma-Cassino
    Posted: 27 Settembre 2010 at 17:50
Per una volta ci piacerebbe iniziare con “c’era una volta….”, ma a quanto pare è veramente una favola e noi non siamo avezzi a questo genere di cose.
Qualche anno fa in uno dei tanti incontri che la nostra Associazione ha avuto con la Direzione Lazio di Trenitalia, ci venne assicurato che quando sarebbe stato rinnovato il materiale rotabile in servizio sulla Regione Lazio, la nostra linea avrebbe beneficiato dell’ingresso dei treni “Vivalto” in sostituzione di quei treni che tanto sono stati la nostra dannazione e da noi definiti “barbie” per la tipologia delle sedute molto scomode per un viaggio di oltre 2 ore.
Ebbene i “Vivalto” entrarono in esercizio e, ai più può sembrare strano, ma Trenitalia mantenne le promesse fatte ed è giusto dirlo arrivarono sulla nostra linea sostituendo di fatto il vecchio materiale e almeno ci permettevano di fare un viaggio seppur lungo almeno un pochino più comodo.
Di acqua sotto i ponti ne è passata da allora, o meglio di treni ne sono partiti e arrivati, i vertici di Trenitalia si sono succeduti ed ecco che ad un tratto che qualcosa è nuovamente cambiato.
Chi come noi viaggia tutti i giorni e passa più di 4 ore su un treno si è reso conto che da qualche mese sono spariti i “Vivalto” dalla nostra linea e sono tornati come d’incanto i vecchi treni a doppio piano (chi si ricorda dei blocchi dei treni a Colleferro? E hanno sempre i famosi sedili scomodissimi) con sedute troppo ravvicinate per percorrenze così lunghe. Fughiamo ogni dubbio sperando di non ritornarci più sopra “la FR6 non può esser e considerata una ferrovia metropolitana. E’ una ferrovia che DEVE servire gli utenti regionali prediligendo la puntualità ed i tempi di percorrenza. Percorriamo 138 KM in oltre 2 ore. Media 60 Km/h. Troppo pochi nel 2010”. E come se non bastasse sono diminuite anche nella composizione, infatti molti se ne sono resi conto ma sulla nostra linea abbiamo perso su quasi tutti i treni l’equivalenti di circa 100 posti a sedere.
Conseguenze??? Oltre al viaggiare su sedute scomode per oltre 2 ore, si viaggia anche più stretti di prima e conviene non essere schizzinosi con chi si ha come vicino, tanto non lo puoi cambiare!!
Di quanto, abbiamo chiesto lumi alla Direzione Lazio di Trenitalia, la quale prima ci ha assicurato che provvedeva alla verifica delle nostre lamentele e a porvi rimedio, poi al reiterarsi ha assicurato che sulla nostra linea viaggiavano solo i “Vivalto”, nonostante avessimo dimostrato l’esatto contrario.
Ora una domanda ci viene spontanea, ma la mano, cioè chi è preposto a mettere materialmente i treni sui binari esegue quello che la testa, in questo caso la Direzione Regionale Lazio di Trenitalia, decide?
Inoltre è da dire che l’utilizzo dei “Vivalto” sulla nostra linea è stato il frutto di una decisione condivisa tra la nostra Associazione, la Regione Lazio e appunto i vertici della Direzione Regionale di Trenitalia, quindi non capiamo perché questo cambio di direzione.
Speriamo che non sia solo l’inizio, infatti con l’anno nuovo per la nostra linea si preannunciano delle modifiche che sicuramente si ripercuoteranno in maniera molto negativa su tutti i pendolari che viaggiano sulla tratta, modifiche che vanno dalla diminuzione del servizio, all’apertura di una nuova stazione che se da un lato può essere positivo vista nell’ottica di una linea non ottimizzata può solo portare danni, ed ultimo anche l’aumento del costo dell’abbonamento per cosa? Per continuare a viaggiare con oltre 2 ore su treni che da un accordo tra le parti su menzionate non dovrebbero esserci?
In tutto questo, una nota positiva c’è, nei mesi scorsi abbiamo richiesto di intensificare i controlli e le azioni relativi alla pulizia, ebbene molti amici pendolari ci hanno comunicato che qualcosa si è mosso e i treni sono finalmente un po’ puliti.
Da migliore la pulizia dei sedili e contrastare gli atti vandalici a carico dei bagni.
Come Associazione siamo sempre propositivi e raccolte le notizie ed informazioni tra i nostri iscritti ed i pendolari più in generale abbiamo sempre portato a Trenitalia buone e fattibili richieste, anche in questo caso le abbiamo date, attendiamo fiduciosi gli sviluppi e siamo sempre disponibili ad incontri propositivi e volti a migliorare la vita di tutti i pendolari. Trenitalia, Regione Lazio, Provincia di Roma e Frosinone ed anche Amministrazioni locali con chiunque siamo disposti a dialogare per ottenere quelle ricadute positive che migliaia di persone si aspettano.
 
A.P.Ro.Ca.
Associazione Pendolari Roma - Cassino
Back to Top
 Post Reply Post Reply

Forum Jump Forum Permissions View Drop Down

Bulletin Board Software by Web Wiz Forums® version 9.60
Copyright ©2001-2009 Web Wiz

This page was generated in 0,094 seconds.