IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Giovedì 17 ottobre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 17/10/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 0 | Gennaio/Febbraio 2007
Metropolitana -
Trimestre di esami per la metro capitolina
(IPM) - 31/01/2007 - 

“Se consideriamo che il trimestre ottobre-dicembre 2006 è quello in cui è accaduto lo sciagurato incidente della stazione Vittorio Emanuele, i livelli di sicurezza sono superiori allo standard di riferimento, e confermano che le metropolitane di Roma sono sicure!”. Così afferma il Presidente di Me.Tro., Stefano Bianchi, commentando il monitoraggio effettuato tra ottobre e dicembre 2006 dall'Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali del Comune di Roma. L’indagine ha riguardato 144 visite alle 48 stazioni metropolitane e 147 viaggi su convogli scelti a caso.
Un dato particolarmente negativo rilevato dall’Agenzia è l’eccessiva attesa delle metro che, in particolare nella linea A, è dovuta ad un affollamento delle banchine a cui si aggiunge, per la linea B, il calo registrato nelle condizioni ambientali e nella utilizzabilità delle strutture passeggeri (scale mobili, ascensori).
L’assessore alla Mobilità del Comune di Roma, Mauro Calamante, proprio a proposito di questo aspetto dell’indagine ha affermato: "Il fatto di aumentare le corse ha spinto più persone a prendere la metropolitana e quindi le banchine, da sempre elemento critico, ora sono più' affollate. I lavori di ammodernamento della linea A, in corso da due anni riguardano proprio la vivibilita' delle stazioni, il nuovo impianto d'areazione e il miglioramento delle stazioni, delle scale mobili nonche' dei corridoi d'accesso. Per la linea B invece il miglioramento si vedrà grazie all'ammodernamento dei treni sui quali abbiamo investito 13 milioni di euro gia' da questo anno".
Per quanto riguarda I valori complessivi per le voci relative all'accesso alla stazione e al comfort dell'attesa sono rispettivamente per la linea A di 60,1 e 59,7 e per la linea B di 65,8 e 62,9. Lo standard è nel primo caso pari a 79,4 e nel caso del comfort dell'attesa pari a 76,3. Anche il dato relativo alla qualità del viaggio registra un peggioramento. Per l’Agenzia, inoltre, La linea A presenta un'inversione di tendenza rispetto al trend di miglioramento registrato fino a giugno 2006. Al miglioramento delle condizioni ambientali di viaggio, infatti, si contrappone la caduta del valore relativo ai posti a sedere e allo spazio disponibile che raggiunge il valore minimo dall'inizio dell'attività di monitoraggio (dicembre 2003). I dati dell'agenzia parlano di un livello di qualità del viaggio pari a 63,4 per la linea A e 65,3 per la linea B a fronte di un livello standard pari a 71,6. 
Il monitoraggio dell'Agenzia conferma, infine, gli elevati valori raggiunti riguardo alla sicurezza dell'utenza, prossima al massimo per la linea A (96,8) e sopra lo standard per la linea B (82,9). Sostanzialmente stabile l'indicatore relativo "all'informazione e attenzione al cliente".  
Si evidenzia perciò un peggioramento della qualità del viaggio, del valore relativo al comfort dell'attesa e dell'accesso alle stazioni ma, in compenso, il livello di sicurezza dell'utenza migliora sensibilmente. Questo risulta dal monitoraggio dell’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali del Comune di Roma. Ogni utente poi potrà avere liberamente la sua opinione e il suo personale “metro” di giudizio!

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Nessun articolo correlato




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it