IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Lunedì 27 maggio 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 27/05/2019
\\ Home Page > Highlights
Ferrovie - Marche
Servizio metropolitano di Ancora più capillare con la nuova fermata di Camerano Aspio
(IPM) - 16/06/2010 - 

Dal 15 giugno a Camerano Aspio, lungo la linea Ancona-Pescara è operativa una nuova fermata per i treni regionali che permetterà di raggiungere il centro di Ancona in soli 9 minuti.
Realizzata fra le stazioni di Varano e Osimo, di fronte al piazzale IKEA, sulla direttrice Adriatica Bologna – Lecce, la stazione sarà utilizzata da 20 treni regionali. I treni in partenza da Ancona fermeranno nei giorni lavorativi (dal lunedì al sabato) alle 7.40, 10.40, 12.41, 13.40, 14.27, 15.40, 16.13, 17.27, 18.36 e 20.20; i treni provenienti da Pescara/San Benedetto/Civitanova e diretti ad Ancona fermeranno nei giorni lavorativi alle 7.32, 7.52, 8.45, 10.04, 12.50, 13.49, 15.09, 16.33, 18.14 e 19.55.
Il costo del biglietto per raggiungere Camerano Aspio da Ancona sarà di 1,35 euro, l’abbonamento mensile costerà 31,90 euro.
Costata complessivamente 1,2 milioni di euro, la nuova fermata è stata finanziata con fondi dello Stato, della Provincia di Ancona, della Regione Marche, di 32 Comuni dell’area urbana di Ancona e con il contributo di Ikea, 330mila euro, che ha realizzato le rampe di accesso al sottopasso e altre opere a servizio della nuova fermata. L’IKEA si è prefissata come obiettivo a lungo termine il raggiungimento di una percentuale pari al 15% di clienti che arrivano ai negozi con mezzi alternativi all’automobile.
La fermata di Camerano Aspio è dotata di un moderno impianto di diffusione sonora per l’informazione al pubblico, panchine e pensiline, un sottopassaggio pedonale, rampe per l’eliminazione delle barriere architettoniche, accessi in corrispondenza delle aree di parcheggio, percorsi tattili e mappe per ipovedenti. Oltre a ciò va sottolineato che il sottopassaggio, ad uso promiscuo, consente anche il collegamento pedonale tra le aree commerciali sviluppatesi ai due lati della ferrovia.
La fermata è parte integrante del “progetto d’integrazione AUTOBUS-TRENO” previsto nell’Accordo di Programma del ’94. Il progetto finalizzato alla concretizzazione della metropolitana urbana di superficie di Ancona che, sfruttando la linea ferroviaria esistente, prevede nello specifico la realizzazione di tre nuove fermate ritenute strategiche, Falconara Stadio, già realizzata, la nuova stazione di Camerano Aspio ed Ancona Stadio ancora in via di completamento. Inoltre sono previsti interventi per l’adeguamento funzionale delle banchine relative a otto stazioni esistenti nelle medesime direttrici, con l’innalzamento delle stesse banchine al fine di velocizzare le operazioni di salita/discesa dei viaggiatori.
La Provincia di Ancona, nella veste di ente coordinatore per l'attuazione dell’Accordo di programma, ha svolto le attività di raccordo necessarie per l’armonizzazione degli interessi dei vari soggetti coinvolti. A tal fine ha stipulato la convenzione con Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) per l’affidamento, a quest’ultima, delle attività di progettazione, Direzione Lavori e realizzazione. Alla realizzazione dell’opera hanno contribuito finanziamenti sia i comuni dell’area che la Provincia (11,15) e la Regione (11,15). La quota maggiore è quella a carico dello Stato, pari al 60% (oltre 3 mln di euro), attraverso i fondi di cui alla L. 211/92 per i trasporti rapidi di massa.
L’attivazione della fermata di Camerano Aspio, che segue quelle di Falconara Stadio e Torrette di Ancona, segna un ulteriore tappa verso il potenziamento della metropolitana di superficie urbana di Ancona, a cui si aggiungerà, a breve, la fermata di Ancona Stadio.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

La Provincia di Macerata investe sulla ferrovia 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it