IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Sabato 20 luglio 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 20/07/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 9 | Gennaio 2008
Primo Piano -
Roma-Lunghezza in rapida espansione, i nuovi servizi sulla Fr2
(IPM) - 30/01/2008 - 
Importanti novità per i pendolari della FR2 Roma - Lunghezza - Tivoli/Avezzano ed un ulteriore passo verso l’auspicata cura del ferro a Roma. La vecchia ferrovia per Tivoli,Avezzano e Sulmona, protagonista negli anni ’30 del secolo scorso della sperimentazione dell’alimentazione in corrente alternata trifase a 10 Kv 45 Hz e che ancora una decina di anni fa vedeva pochi treni in orario, effettuati spesso anche con materiale obsoleto, ha cambiato, almeno nella tratta urbana, definitivamente volto. Si è trasformata in una vera e propria metropolitana a servizio dei romani e dei pendolari della Provincia di Roma.      
Dopo l’apertura, avvenuta la scorso 1 febbraio, di cinque nove stazioni nella tratta urbana (Serenissima, Togliatti, Tor Sapienza, La Rustica Città e La Rustica UIR) ed il raddoppio del binario tra le stazioni di Roma Prenestina e Salone, lo scorso 9 luglio è stato completato il raddoppio del binario fino alla stazione di Lunghezza. Salgono così a 15 i Km della Fr2 a doppio binario.
Il completamento dei lavori ha permesso, in occasione dell’introduzione del nuovo orario, un notevole miglioramento dell’offerta che passa, con un incremento del 45%, dalle precedenti 54 corse a 78 corse quotidiane, con oltre 40.000 posti garantiti ogni giorno per i numerosi pendolari che utilizzano la linea.     
Nodo principale è la nuova stazione di Lunghezza dalla quale partono 38 coppie di treni al giorno. Tra le novità di rilievo viene anticipata la partenza del primo treno per Avezzano, che parte alle 04.57 da Roma Tiburtina come R 24000. Anticipato anche alle 7.01 il treno R 24004 da Roma Tiburtina per Tivoli che con il nuovo orario effettua fermata anche nelle stazioni di Serenissima e Palmiro Togliatti, e l’istituzione del nuovo treno R 24006 da Roma Tiburtina per Guidonia con partenza alle ore 07.20.          
Migliorati anche i collegamenti con Avezzano grazie ad un nuovo treno delle ore 11.56 da Roma Tiburtina con fermate nelle stazioni di Guidonia, Tivoli, Mandela, Carsoli e Tagliacozzo. Sempre al fine di ottimizzare il servizio, è stato mantenuto il regionale per Pescara in partenza da Roma Tiburtina alle 12.56 mentre il regionale per Avezzano, che nel vecchio orario partiva da Roma Tiburtina alle ore 12.58 è stato limitato a Tivoli come treno 24030 in partenza da Roma Tiburtina alle ore 13.01. A Tivoli i viaggiatori troveranno coincidenza con autoservizio sostituitivo per Avezzano in partenza alle ore 14.05. Per gli stessi motivi il treno delle 16.25 da Roma Tiburtina per Mandela nel nuovo orario viene limitato a Lunghezza, ma contestualmente è stato anticipato alle 16.42 il treno Roma Tiburtina - Avezzano.       
Novità anche per gli ultimi treni della giornata con un nuovo treno da Tiburtina per Mandela alle ore 21.12 ed un nuovo treno, per Tivoli alle 21.42. Soppresso invece,per scarsa frequentazione, il treno delle 23.02 per Avezzano. Al suo posto troviamo un nuovo treno, l’ultimo della giornata, Roma Tiburtina - Tivoli, con partenza alle 21.59 ed arrivo alle 22.54.            
Sul fronte opposto i pendolari di Avezzano diretti a Roma  Tiburtina hanno un bus (RM200) in partenza alle ore 04.05 che sostituisce il treno presente nel vecchio orario. Tale autoservizio non effettua fermate intermedie tra Carsoli e Roma, permettendo ai pendolari di arrivare a Roma alle ore 05.45 invece che alle ore 06.14 del vecchio orario. I pendolari di Carsoli diretti a Roma potranno utilizzare o il bus RM200 da Avezzano che parte da Carsoli alle ore 04.55 oppure il nuovo bus RM202 in partenza da Carsoli alle ore 05.00 che da Tivoli a Roma non effettua fermate intermedie arrivando alle ore 06.26. 
 In questo modo è stato possibile instituire sia un nuovo Treno da Tivoli a Roma Tiburtina alle ore 05.20 con arrivo a Roma alle ore 06.15 sia un nuovo treno Mandela - Roma Tiburtina con partenza alle ore 5.41 ed arrivo alle 06.54 . Si è quindi migliorata l’offerta  per i pendolari che avranno più combinazioni di viaggio disponibili, con evidenti vantaggi anche in termini di affollamento. L’ultima partenza da Tivoli a Roma Tiburtina  del servizio metropolitano è alle ore 21.29 con arrivo alle 22.24. Eventuali viaggiatori da Tivoli a Roma possono utilizzare anche il treno delle 22.14 proveniente da Pescara che arriva a Roma alle ore 22.54.           
Parole di soddisfazione per il nuovo orario da parte dell’assessore alla Mobilità della Regione Lazio, Franco Dalia, il quale ha sottolineato come questo successo importante sia stato possibile grazie alla collaborazione con la Provincia di Roma "Dopo una fase iniziale di rodaggio - ha commentato l’assessore Dalia - in cui sarà possibile scontare qualche piccolo inconveniente, la frequenza dei treni risulterà cadenzata con un collegamento ogni ora per Tivoli e uno ogni mezz'ora per Lunghezza. Si tratta di un orario ancora provvisorio che, dopo ulteriori interventi infrastrutturali, sarà implementato con ulteriori corse, fino a creare un collegamento di tipo metropolitano verso Lunghezza, con praticamente un treno ogni quarto d'ora"
"Con queste importanti modifiche - ha aggiunto ancora l'assessore - prende corpo il progetto della terza ferrovia metropolitana di superficie, dopo la Fr3 Roma - Cesano e la Fr1 Fiumicino - Roma - Fara Sabina - Orte” 
L'aumento dei collegamenti, specialmente nella tratta urbana, permetterà di contrastare il sovraffollamento a bordo dei treni provenienti dalle altre località regionali, con evidenti effetti positivi sulla puntualità e sulla regolarità delle altre corse, senza dimenticare che il potenziamento della linea permetterà anche di ridurre notevolmente il traffico automobilistico privato nelle zone attraversate dalla ferrovia. Ulteriore buona notizia per i pendolari è la prevista riapertura della stazione di Salone, chiusa da anni al servizio viaggiatori per motivi di sicurezza a causa della vicina presenza di un campo nomadi. Dopo aver ottenuto da RFI che l’impianto non venisse definitivamente soppresso il Comune di Roma ha interessato della questione il Comitato per l’ordine e la sicurezza che ha dato parere favorevole alla riapertura della stazione. Soddisfatto il sindaco di Roma Walter Veltroni per il quale “una volta completati i lavori di riqualificazione, Roma avrà di nuovo una stazione che rappresenta uno snodo fondamentale per la mobilità di moltissimi cittadini. Si tratta di un risultato importante, frutto di un lungo lavoro che ha coinvolto l'Amministrazione capitolina, le forze dell'ordine e le Ferrovie dello Stato affinché fossero garantite quelle condizioni di sicurezza e agibilità necessarie perché la stazione di via di Salone fosse finalmente restituita alla città”   
Per il futuro, un ulteriore passo in avanti si potrà avere se e quando verrà realizzata la nuova stazione a servizio del nuovo quartiere di Ponte di Nona, attualmente in rapida espansione.
IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Riapre Manzoni. Intervista con Roberto Cavalieri, amministratore delegato di Metropolitana di Roma. 
I cento anni del Trenino Rosso del Bernina, eventi e manifestazioni per ogni stagione 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it