468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Lunedì 18 novembre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 18/11/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 3 | Maggio 2007
Trasporti -
Prosegue l'installazione delle nuove pensiline Atac
(IPM) - 25/04/2007 - 

Si prospettano per gli utenti del trasporto pubblico romano attese alle fermate più confortevoli e finalmente al riparo dagli eventi atmosferici.
Nell’ottica di miglioramento del servizio di trasporto pubblico romano Atac SpA ha programmato un piano di installazione di nuove pensiline che porterà entro il 2011 a quota 3000 il numero di fermate dotate di pensiline. Di queste 1040 saranno installate entro la fine del 2007, comprese le 50 strutture che saranno poste all'interno del centro storico (Municipio I e XVII) sul modello di quella, innovativa e tecnologicamente avanzata installata in via sperimentale con l’approvazione della sovrintendenza a largo Argentina.
I numeri della prosecuzione del progetto sono stati illustrati in Campidoglio dal sindaco Walter Veltroni, dall'assessore capitolino alla Mobilità, Mauro Calamante, dal presidente e dall'amministratore delegato di Atac, Fulvio Vento e Gioacchino Gabbuti, dal rappresentante della società Clear Channel Jolly Pubblicità che si occupa dell'installazione e manutenzione, Carlo Celentano.
"Entro il mese di maggio - ha spiegato il sindaco - ne installeremo 174. Altre 21 nuove pensiline sostituiranno, entro l'anno, le strutture già esistenti in corrispondenza delle fermate del tram sulla Via Prenestina. Rispetto alle 440 iniziali, nel 2006 ne abbiamo installate altre 355". Ed il programma proseguirà nei prossimi anni: "Nel 2008 - ha continuato il sindaco - ne verranno posizionate altre 400. L'obiettivo è arrivare ad avere 3000 pensiline installate entro il 2011 su un totale di 8200 fermate di bus presenti a Roma. Sono queste piccole cose che migliorano la qualità della vita dei cittadini e rientrano nel piano di semplificazione e miglioramento del servizio pubblico”.
Il sindaco Veltroni ha voluto anche sottolineare come l’operazione di installazione delle nuove pensiline sia totalmente a costo zero per l’amministrazione in quanto “è la società americana Clear Channel Jolly Pubblicità, vincitrice dell’appalto, che si occuperà dell'installazione e manutenzione delle strutture in cambio della completa gestione della pubblicità".
Il piano di localizzazione delle nuove pensiline è stato stilato insieme ai Municipi al fine di posizionarle lungo le fermate dove è maggiore la richiesta da parte della cittadinanza e a più alta frequentazione di utenza.
"Abbiamo notato - ha sottolineato Calamante - che le nuove pensiline vengono più rispettate. Forse perché sono belle e trasparenti. In più, abbiamo infatti voluto puntare oltre che sulla quantità anche sulla qualità, al fine di offrire all’utenza anche utili informazioni sul trasporto romano con la presenza di mappe e cartine".
Carlo Celentano, rappresentante della società Clear Channel Jolly Pubblicità, non rinuncia però a fare un piccolo ma significativo appello alla cittadinanza. "Mi auguro che le nuove strutture non siano oggetto di atti di vandalismo feroce, come qualche volta è accaduto in passato".
"Roma - ha invece sottolineato Vento - è la città con la rete di autobus più grande d'Italia. Una rete che è capillare tanto che il 95% dei romani ha una fermata autobus a non più di 200 metri dall'abitazione o dall'ufficio".
Gabbuti ha invece evidenziato il carattere innovativo delle pensiline per il centro storico, che "sono state progettate dallo staff di Atac, e rappresentano le strutture tecnologicamente più avanzate d'Europa, con monitor che riportano notizie sul traffico, telegiornali, pubblicità ed un collegamento alla centrale operativa di Atac che offre news in tempo reale sui percorsi delle linee bus che passano da quelle fermate".
Ma c'è di più. Le pensiline per il centro storico hanno la copertura in cristallo temperato che si imbrunisce con i raggi del sole. "Questo - ha spiegato Gabbuti - proprio per avere meno impatto visivo. La pensilina prototipo di largo Argentina allestita l'anno scorso è piaciuta anche alle Sovrintendenze e, cosa rara, non è stata toccata mai dai vandali".
Il nuovo modello di pensilina, denominato "Enthoven", di facile installazione e manutenzione, ha una struttura solida, un elevato standard qualitativo e presentano un pregevole design che ben si inserisce nel contesto urbano di Roma. La pensilina è costruita in cristallo temperato che si imbrunisce con i raggi del sole, i vetri sono anti-sfondamento e a prova di atti vandalici. Inoltre è realizzata con materiali totalmente ignifughi ed autoestinguenti. Linee, tragitti, tabelle degli orari e mappe della città verranno collocati sulla schiena della struttura, ad altezza dello sguardo e sostenuti dai cristalli. Una versione aperta, senza pareti laterali, consentirà l'inserimento anche laddove i marciapiedi hanno sezioni ridotte, mentre lo spazio davanti alla pensilina è idoneo al passaggio delle carrozzine dei disabili ed a norma con gli standard architettonici previsti per diversamente abili o di persone con ridotta capacità motoria.
Le prime 355 nuove pensiline hanno debuttato nelle strade di Roma a giugno 2006 aggiungendosi alle 40 pensiline storiche realizzate negli anni Trenta e Quaranta del secolo scorso.
Oltre alle nuove pensiline sono state installate anche le nuove e moderne paline elettroniche, realizzate con l’apporto di Trambus Engineering, la società nata nel 2003 dall’unione di Trambus SpA,azienda leader nella gestione del servizio di Trasporto Pubblico Locale, e DS Ingegneria S.p.A., società specializzata nel settore delle componenti Automotive e di telecontrollo satellitare. Grazie ad un nuovo ed innovativo sistema le paline permettono di individuare la posizione di ciascun mezzo e di fornire all’utenza i tempi di attesa delle linee monitorate. Le nuove paline rappresentano una delle applicazioni del sistema di controllo satellitare della flotta Atac (AVM). Ogni vettura della linea servita comunica i propri dati sulla sua posizione alla centrale operativa Atac, che calcola il tempo di arrivo di quel mezzo alla fermata e lo trasmette alla palina che lo visualizza in "tempo reale". Tramite il sistema AVM anche Trambus, la società che gestisce il trasporto pubblico romano, può controllare in tempo reale attraverso la sua centrale operativa la posizione dei mezzi ed intervenire tempestivamente in caso di guasti o anomalie di esercizio.
A causa della complessità della rete stradale romana e della sua conformazione urbanistica, non sarà però possibile installare le nuove paline elettroniche presso tutte le fermate. Nonostante ciò, il risultato finora ottenuto con l'installazione di oltre 300 paline elettroniche è rilevante sia in termini di qualità tecnologica del prodotto sia se confrontato con quanto avviene nelle grandi città italiane ed europee. Al momento solo Londra, con 480 paline, è la città in Europa con il numero più consistente di impianti installati.
Senza dubbio il mix vincente pensiline+paline elettroniche migliorerà per l’utenza il confort alle fermate, ma per incentivare l’uso del mezzo pubblico occorrerà anche investire seriamente sulla mobilità romana, realizzando ove possibile corsie preferenziali e percorsi protetti che porteranno indubbi benefici in termini di regolarità e puntualità del servizio. Solo così il trasporto pubblico potrà essere veramente vincente rispetto mezzo privato.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Nessun articolo correlato




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it