468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Lunedì 16 settembre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 16/09/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 1 | Marzo 2007
Trasporti -
Pagella trimestrale per il trasporto pubblico romano
(IPM) - 03/03/2007 - 

Pagella trimestrale per il trasporto pubblico romano, l'Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali ha trasmesso al Comune di Roma il rapporto di monitoraggio della qualità erogata dei servizi di superficie quali autobus, tram, bus elettrici e a metano, filobus, relativo al secondo trimestre di attività (18 settembre - 7 dicembre 2006).
Rispetto alla stagione estiva, il giudizio resta sostanzialmente positivo, pur registrando qualche lieve flessione dovuta al maggior carico sulla rete di trasporto come sempre si registra in autunno.
La rilevazione ha previsto la raccolta di tre tipologie di dati. Presso le fermate, per monitorare sia le aree che le attrezzature relative alle paline; con un controllo da terra, al momento del passaggio dei mezzi, con 2.185 i mezzi osservati, per verificare l'affollamento, le condizioni generali della vettura e la regolarità di frequenza nel passaggio; e a bordo delle vetture, con 238 passaggi di analisi, che ha consentito di verificare soprattutto le condizioni del mezzo e delle dotazioni di bordo, gli spazi a disposizione dei passeggeri nonché di valutare l'efficienza del personale.
"I risultati della rilevazione autunnale si rivelano sostanzialmente in linea con i dati già raccolti nel periodo estivo - afferma il presidente dell'agenzia Bernardo Pizzetti - Le vetture nelle quali, complessivamente, risultano posti a sedere liberi sono il 75% (contro l'80% del periodo estivo) e questa circostanza può aiutare la riflessione su quali siano le migliori politiche per far aderire maggiormente l'offerta con la domanda di trasporto pubblico".
Analizzando nello specifico le varie voci, rispetto al trimestre precedente, aumentano dal 30% al 36,1% la presenza di impedimenti nell'area di attesa, soprattutto a causa della sosta di motoveicoli ed autoveicoli. Un dato che conferma la necessità di vigilare da parte degli ausiliari del traffico di Trambus e Tevere Tpl, mentre al contrario aumenta la presenza della segnaletica orizzontale, rilevata nel 61,9% delle fermate prese in esame.
Aumentano invece alcuni elementi di criticità, come la presenza di scritte, graffiti e adesivi sulle doghe delle paline, con un forte aumento dei danneggiamenti alla struttura (51,6% contro 45,1%), una flessione negativa della leggibilità delle informazioni(76,2% contro 82,3%) e un ulteriore peggioramento delle condizioni riguardanti, dove ancora presenti, i prisma orario, criticità già fotografata nel primo rapporto relativo al periodo estivo, con un dato che risulta in ulteriore forte calo (18,2% contro il 32% del trimestre precedente).
Dal punto di visto dei mezzi, complessivamente il 77% del parco circolante risulta pulito esternamente, e anche la leggibilità del numero di linea ottiene un ottimo livello, con percentuali prossime al 100%.
"Voti più che soddisfacenti per la qualità del servizio erogato. - commenta Atac - Nel 62% dei casi monitorati dall'Agenzia, il tempo medio di passaggio alla fermata è risultato in linea con la programmazione o eccezionalmente a volte anche migliore rispetto le frequenze programmate.
Sempre considerando l'aumento dei viaggiatori legato all'autunno, con la riapertura delle scuole, il maltempo e l'avvicinarsi del periodo natalizio, è molto positivo il dato riferito all'affollamento dei mezzi, solo il 4% delle vetture, nel rapporto precedente era il 6%, risulta pieno tanto da impedire la salita dei passeggeri.
Dalla rilevazione da terra emergono altre due considerazioni, permane una significativa percentuale di vetture con disponibilità di posti a sedere che si attesta intorno al 75%, contro l'80% del periodo estivo. Si conferma poi il dato di scarsa congestione complessiva del trasporto di superficie, dove viene rilevato che solo nel 4% dei casi non c'è alcun posto a sedere libero e c'è difficoltà a muoversi sulla vettura".
Per quanto riguarda l'affollamento per fascia oraria, viene rilevato un aumento uniforme nelle tre fasce monitorate, dalle 7 alle 9, dalle 9 alle 15 e dalle 15 alle 20.
E' a bordo delle vetture che vengono invece riscontrate le maggiori criticità rispetto al trimestre precedenti. Tra queste la presenza di rifiuti a terra 29,7% (contro 15,3% del periodo estivo), scritte 52,6% (contro 30,4%) e danneggiamenti alle strutture presenti a bordo dei mezzi 24,2% (contro 12,5%).
In sintesi, peggiora la pulizia interna delle vetture. Problematica che potrebbe dipendere dal numero di utenti decisamente superiore rispetto al periodo estivo, mentre ottengono risultati altamente positivi il funzionamento delle porte, 99,3% dei casi, i pulsanti di fermata 98,3% e la presenza e la funzionalità delle nuove obliteratrici 93% e 95%. Migliorano inoltre i dati sulla temperatura a bordo, mentre calanao, seppur lievemente, i valori sulla rumorosità dei mezzi giudicata non adeguata solo nel 31,5 % dei casi, mentre nel primo rapporto era del 35%.
Per quanto riguarda le informazioni fornite a bordo la situazione resta simile a quella rilevata nel periodo estivo. Le maggiori problematiche riguardano la limitata diffusione di mezzi dotati di display informativi e, ancora di più la quasi totale assenza a bordo di annunci sonori.
La presenza a bordo dei controllori è invece rimasta invariata rispetto al monitoraggio precedente, con il rilevamento esiguo solo nel 0,9% dei casi.
Sul fronte conducenti, sia nel comportamento, sia nella cura dell'aspetto esteriore, pur restando sostanzialmente confermate le rilevazioni precedenti, si registra unicamente un marginale peggioramento della percentuale di coloro che utilizzano il telefono cellulare 5,1% (contro 2,9%) e leggono giornali o riviste nelle soste 3,9% (contro 2,3%).
Il 98,3% degli autisti invece evita di dialogare con colleghi e quasi il 100% di discutere con vigili o automobilisti. Il 96% degli autisti risponde con cortesia e disponibililità e l'88 per cento mantiene uno stile di guida adeguato. Per concludere, quasi 9 autisti su dieci attua una corretta apertura e chiusura delle porte e si presenta con la divisa in ordine.
"Relativamente alle questioni di nostra competenza fra quelle sollevate dall'Agenzia - dichiara l'amministratore delegato di Trambus spa, Filippo Allegra - vorrei sottolineare la soddisfazione del riconoscimento "dell'elevato livello di prestazioni" che l'Autorità, ha tributato per la seconda volta ai nostri autisti. Un risultato che premia i nostri sforzi per offrire ai romani personale alla guida motivato e ben formato. Quanto alla puntualità dei mezzi, aspetto di leggere in dettaglio il rapporto, ma sembra che i dati siano sostanzialmente in linea con quelli raccolti durante il periodo estivo. E questo, considerata la circostanza che la seconda rilevazione è stata effettuata a scuole aperte e a servizio pieno, rimane un risultato di sicuro da migliorare, ma non peggiore rispetto al passato. Prendiamo atto, invece, e con dispiacere, del peggioramento delle condizioni di pulizia delle vetture. Come gestori del servizio siamo pienamente responsabili della qualità delle vetture e infatti in tutti questi anni abbiamo investito molte risorse per garantirla. E tuttavia il dato dell'Agenzia è ineludibile. Non possiamo che scusarci e assicurare che aumenteremo i nostri sforzi immediatamente".

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Nessun articolo correlato




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it