IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Sabato 25 maggio 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 25/05/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 18 | Novembre 2008
Trasporti -
Muoversi nel X Municipio con il trasporto pubblico
(IPM) - 20/11/2008 - 

Il Decimo Municipio, quel fantastico agglomerato di case…
Proprio di questo dobbiamo parlare, perché prima di affrontare un discorso sui trasporti dobbiamo dire che nel muniX - come è scritto nei cartelli all’ingresso del suo territorio - sono stati edificati tutti quei palazzi, palazzine e palazzoni che hanno dato una nuova toponomastica, una nuova vita e una nuova identità a quella che, fino agli anni ’50 era solo Quadraro e Cecafumo. Con i piani Ina-casa, con l’Inail, con l’ente case popolari. Fino ad arrivare ai – più o meno grandi – palazzinari romani, che hanno reso l'attuale decimo municipio una vera e propria città. E così in quasi 40 chilometri quadrati vivono poco più di 179000 abitanti, per una densità abitativa di 4635 abitanti per chilometro quadrato. Dal Quadraro a Morena fin dentro l’aeroporto di Ciampino. Queste sono le aree che interessano il municipio, ed i trasporti non sempre sono comodi. Anche se all’interno del municipio, ci sono aree in cui i trasporti superano e di gran lunga la media romana, ce ne sono altre in cui spostarsi risulta davvero difficile.
Se avremo bisogno di andare in centro, il modo migliore è sicuramente quello di raggiungere una fermata della metropolitana A in una delle sei fermate che corrono lungo la via Tuscolana, la quale può essere definita il centro del municipio. Dalla fermata Anagnina a Porta Furba-Quadraro, la linea arancione è sicuramente la dorsale principale del trasporto municipale. Le persone che però, non vivono vicino la metro sono molte, e per loro ci sono gli autobus, croce e delizia del trasporto romano. Dopo la metro, è sicuramente il mezzo più utilizzato. Gli autobus, nel decimo municipio, funzionano per lo più da circolari che collegano le zone più esterne, al centro del municipio. I due “terminal metropolitani” principali, sono la stazione Anagnina e quella di Subaugusta. Alla stazione Anagnina arrivano tutti i treni extraurbani gestiti Cotral, provenienti dai Castelli Romani, da Ciampino, ed in parte anche dal sud della regione e dalla costa nettunense in giù.
Gli autobus che si limitano a servire il territorio comunale pur servendo tutto il municipio, a volte, servono aree del municipio davvero poco abitate, risultando poco utili.
Cominciando in ordine numerico, il 20 express è diventato, dalla sua istituzione pochi anni fa, un collegamento eccellente e molto usato. Questo autobus collega l’ VIII municipio con la metropolitana. Il 20 porta gli abitanti di Tor Bella Monaca, servendo l’area dell’università fino alla metro, che rende tale collegamento utilizzabile perciò, per andare a Tor Bella Monaca, o per andare in tutte le facoltà dell’università di Tor Vergata. Lo 046, insieme al 502 e al 500, serve le zone della “Romanina Vecchia” e del rettorato dell’università di Tor Vergata. Per “Romanina Vecchia”, intendiamo quell’area a ridosso del raccordo anulare, alle spalle di Cinecittà Est, che è stata edificata dagli anni 70 fino ai primi anni ’90. Per recarci nelle zone della “Romanina Nuova” dovremmo invece prendere il 504 e il 509.
Queste due linee sono state istituite nei primi anni 2000, quando quelle zone hanno subito un forte incremento edilizio con la realizzazione di case e servizi. Per andare a Morena invece abbiamo più di una possibilità. Se ci serve entrare per via dei sette metri, ci conviene prendere il 551, se invece dobbiamo recarci semplicemente su via Anagnina, può bastare anche prendere soltanto il 505, che arriva alla borgata Centroni, o il 506 che arriva fino a Tor Vergata Nuova passando per via casal Morena. Un capitolo a parte dobbiamo però, riservarlo al bus 507. Questa linea, molto lunga, collega la stazione dell’ex treno Roma-Pantano, con la metro A, passando attraverso la tuscolana lambendo l’area di Anagnina2, dove è sorta la prima IKEA di Roma, e proseguendo su via di Tor Vergata, prende la Casilina ed arriva fino al capolinea di Grotte Celoni. L’ultimo autobus di cui parliamo, per la stazione Anagnina è il 503. Questa linea è un’altra linea molto lunga, e poco frequentata, che collega la zona della “Barcaccia” e di Gregna Sant’Andrea, con i capilinea di Subaugusta e Anagnina, passando per un tratto, sopra il Grande Raccordo Anulare.
Nel secondo Terminal del municipio, confluiscono le linee più interne e centrali, e quelle che collegano le due stazioni della metro. Il 559, ci porterà da una stazione all’altra, servendo parte della via Togliatti e i due quartieri Lamaro e Cinecittà Est. Il 558, è l’autobus che invece ci porta dalla stazione Subaugusta a Centocelle, passando per la Tuscolana e per Torre spaccata, mentre con il 552, possiamo andare fino al capolinea di viale Alessandrino, o farci lasciare lungo la Casilina all’altezza del policlinico Villa Irma.
La linea, che più in questi anni, è stata oggetto di rivalutazioni e lavori, è la 451. Il 451 infatti, passa per il famoso corridoio della mobilità Subaugusta-Ponte Mammolo. Quest’autobus è in grado di collegare, in poco più di nove chilometri le fermate metro delle due linee romane. È tutt’ora, una dorsale importante per la mobilità del municipio.
Se dovremo spostarci nella zona di quarto miglio, lo potremmo fare usando il 654, che unisce Capannelle e le zone del Decimo, che toccano la via Appia, con Subaugusta.
Infine ci sono il 657 e il 557, che attraversano gran parte del territorio municipale, lambendo anche alcune fermate della metropolitana, senza però averle come capilinea.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Nessun articolo correlato




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it