IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Lunedì 16 settembre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 16/09/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 0 | Gennaio/Febbraio 2007
Trasporti -
La nuova flotta Cotral per la mobilità regionale.
Neoplan a due piani.
(IPM) - 02/02/2007 - 

Rinnovamento e potenziamento della flotta aziendale Cotral, la società regionale che gestisce il trasporto pubblico nel Lazio. Con queste premesse entreranno in servizio nel corso dei prossimi mesi lungo tutte le linee sociali, 315 nuovi bus, già predisposti all'utilizzo delle funzionalità principali dell'AVM (Automatic Vehicle Monitoring) e con caratteristiche innovative ed ecologiche, consentendo così il raggiungimento degli standard di qualità e di efficienza prefissati.L'acquisto dei nuovi mezzi, per un importo complessivo di quasi 71 milioni di euro, è stato possibile grazie all'impegno economico della Regione Lazio, maggiore azionista della Cotral, e degli altri azionisti di minoranza, la Provincia di Roma, la Provincia di Rieti e la Provincia di Viterbo.
L'assegnazione di tutti i nuovi bus presso i vari depositi verrà pianificata dando priorità alle aree dove insistono le corse con maggiore frequentazione e agli impianti che oggi dispongono di un parco macchine più anziano. Complessivamente l'acquisto permetterà alla società di aumentare il livello di sicurezza, qualità e comfort del servizio erogato.
"Nel 2005 - ha affermato il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo nel corso della conferenza stampa di presentazione dei nuovi bus regionali - la mia amministrazione ha voluto intraprendere un confronto attraverso il quale individuare le centralità e le priorità nel settore dei trasporti. Al centro del nostro impegno deve stare il cittadino e l'uscita dall'emergenza finanziaria. La priorità è la difesa dell'azienda e di tutti i lavoratori".
Nel dettaglio (scarica qui il file pdf con la scheda dei singoli mezzi), si tratta di 30 autobus bipiano da 12 metri della Neoman Italia, per un importo di circa 12 milioni di euro, provvisti di aria condizionata e attrezzati per la salita e il trasporto di disabili, da utilizzare principalmente lungo le linee "dirette" che, senza fermate intermedie, collegano i capoluoghi delle province e le maggiori località del territorio regionale con la Capitale. I 90 autobus Temsa da 10,50 metri, per una spesa di 17,5 milioni di euro, permetteranno invece, grazie alle minori dimensioni di ingombro, manovre più agili sulle strade di collegamento più impervie, in particolare tra i piccoli comuni e le aree interne del Lazio. Con l'arrivo di 40 autobus a GPL di 12 metri, aggiudicati alla Neoman Italia per 11 milioni di euro, sarà possibile, grazie ad un livello di emissioni di gas di scarico meno inquinanti, di soddisfare la volontà politica di contribuire ad un trasporto pubblico meno inquinante sia sui percorsi urbani che extraurbani.
Il gruppo più importante dei nuovi mezzi sarà costituito invece da 155 bus da 12 metri, Iribus-Arway della Iveco-Romana Diesel Spa acquistati per un importo complessivo di circa 30 milioni di euro. Questi veicoli, già recentemente presentati, sono già in parte in servizio lungo le strade del Lazio.
Altro punto di forza delle strategie aziendali Cotral è l'avvio nel corso dell'anno, al termine della sperimentazione avviata nel 2004, del sistema di controllo satellitare che garantirà un monitoraggio del servizio quantitativo e qualitativo di gran parte della flotta in servizio quotidiano.
Espressione finale di tale processo di sperimentazione è il sistema AVM (Automatic Vehicle Monitoring) che, grazie alla presenza di un computer di bordo collegata al GPS, permette di conoscere in ogni istante la posizione del mezzo e l'orario e attraverso un modem GPRS di scambiare dati con il Sistema di Gestione a terra per la verifica dei sensori di bordo, per misurare in continuità il corretto funzionamento dei principali componenti del veicolo, per poter aggiornare in automatico a seconda della tratta svolta il pannello indicatore di percorso, per scambiare informazioni con il personale di guida e non, con i monitor LCD, per fornire informazioni alla clientela e i sensori conta-passeggeri, per conoscere l'affluenza di persone a bordo del mezzo fino all'obliteratrice, per scambiare informazioni utili al sistema di controllo tariffario. In un futuro imminente sarà anche collegata al sistema di videosorveglianza, per trasmettere o gestire eventi in caso di emergenza.
"Grazie alla Regione Lazio stiamo rinnovando l'intera flotta dando un servizio migliore al cittadino - ha spiegato il presidente di Cotral, Franco Cervi - Inoltre con il sistema AVM potremo ottenere, in tempo reale, informazioni sullo stato del veicolo ed il suo posizionamento. Ogni mezzo sarà come un'antenna sulle strade che restituirà informazioni sia sulla regolarità del servizio che a supporto delle attività manutentive, e l'analisi dei dati rilevati permetterà così all'azienda di migliorare la gestione del servizio, pianificare al meglio gli interventi manutentivi e prevenire guasti probabili, fornendo inoltre informazioni alla clientela sempre più attendibili e un servizio più adeguato alle esigenze del territorio".
La CO.TRA.L. S.p.A. collega giornalmente tra di loro 372 comuni del Lazio e 17 comuni delle regioni limitrofe, Abruzzo, Campania, Toscana ed Umbria, con una rete di trasporto capillare di oltre 4500 linee che si snodano lungo 11.700km di percorso. Oltre 140 milioni di passeggeri trasportati annualmente a bordo dei 1626 bus sociali che effettuano le oltre 9000 corse giornaliere organizzate sulla base del Contratto di Servizio con la Regione Lazio, accordo che definisce le linee programmatiche e gli standard minimi da garantire alla comunità, in termini sia qualitativi che quantitativi.
"L'obiettivo che ci eravamo posti era quello di procedere su due strade - ha commentato l'assessore regionale alla Mobilità, Fabio Ciani - il risanamento economico e il miglioramento del servizio. Presto ci
sarà la scissione della Cotral per consentire finalmente alla Regione Lazio di bandire la gara d'appalto sul trasporto pubblico regionale".
L'assessore provinciale alla Mobilità, Michele Civita, infine, spiega che "la Cotral aveva il parco mezzi più vecchio d'Europa, con un' età media di 16 anni per bus. Questo rinnovamento e' fondamentale soprattutto per il servizio migliore che viene così offerto ai cittadini".

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Premiati i vincitori della VI edizione di Parole in Corsa 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it