IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Lunedì 18 novembre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 18/11/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 16 | Agosto-Settembre 2008
Trasporti -
... e nuovi binari lungo via Marmorata
(IPM) - 15/09/2008 - 

Dal 28 luglio scorso sono cominciati i lavori per il rifacimento del percorso ferrato di via Marmorata. Della durata di sei mesi, questi porteranno alla sostituzione dei vecchi binari e ad un riassetto generale dell'arredo urbano. Il costo dei lavori sarà di 2,5 milioni di Euro e riguarderanno anche le nuove banchine di fermata, percorsi per non vedenti, marciapiedi e interventi di conservazione delle alberature.
L'annuncio è arrivato dall' assessore alla Mobilità Sergio Marchi, dal presidente del primo municipio Corsetti e da Dino Gasperini, delegato del sindaco per il decoro urbano. In un' assemblea pubblica hanno illustrato il progetto che porterà ad una riorganizzazione complessiva dell'area.
La stazione appaltante è “Atac – direzione programmazione del TPL” e la ditta affidataria del progetto è l’ATI mandataria “Salcef costruzioni edili e ferroviarie S.p.a.”
I vecchi binari, da piazza dell'emporio a largo Gelsomini, verranno sostituiti con i nuovi fonoassorbenti che permetteranno di ridurre vibrazioni e inquinamento acustico. Un tappetino anti-vibrante ed un armamento di nuova generazione prefabbricato permetteranno che le vibrazioni e l’inquinamento acustico provocati dal passaggio delle vetture vengano sostanzialmente ridotti. Il nuovo sistema di posa dei binari prefabbricati permetterà poi di ridurre il tempo dei lavori ed i disagi causati.
I marciapiedi verranno realizzati con elementi di monostrato vulcanico, il che permetterà una buona resa estetica ed una notevole resistenza, oltre ad aumentare la sicurezza dei pedoni. Le nuove banchine di fermata saranno ricostruite con un occhio rivolto alle necessità dell’utenza diversamente abile, verranno realizzati scivoli e percorsi tattili per facilitare l’accesso al trasporto pubblico. Le alberature infine verranno sottoposte a conservazione.
Verranno sostituiti 500 metri di binario doppio con altri fonoassorbenti, perciò lungo la durata dei lavori verrà chiusa la preferenziale. Tuttavia i sensi di circolazione rimarranno gli stessi, sarà mantenuto però uno dei due binari liberi, per permettere ai tram 8 di tornare al deposito grazie anche alla posa di un flesso provvisorio alle due estremità dei cantieri.. L’impatto del cantiere sarà minimizzato grazie all’utilizzo di una nuova tecnica che permette, velocemente, di togliere i binari vecchi e installare i nuovi già pronti.
Il progetto rientra in una più ampia intenzione di intervenire su tutta la zona che porterà ad uno studio più accurato del traffico veicolare privato e pubblico in modo da poter cambiare, qualora ce ne fosse bisogno, semafori e incroci. A seguito di questi lavori e nel periodo del loro svolgimento ci sarà quindi uno studio per intervenire sulla probabile riorganizzazione del traffico. Si vuole intervenire sui semafori e sul loro funzionamento eliminando i conflitti tra mezzi pubblici e privati.
Se i risultati di questo studio saranno positivi e se avremo un traffico pubblico e privato più scorrevoli e livelli di smog e inquinamento acustico minori, allora si potrà ridurre da tre a due fasi della regolazione semaforica l’incrocio Galvani-Gelsomini, aumentare le fasi del verde eliminando così i conflitti tra automobili tram e bus.
Il progetto rientra nel più vasto programma degli interventi di riqualificazione della rete tranviaria che Comune di Roma ed Atac stanno portando avanti su tutto il territorio cittadino con un investimento complessivo per l’intero programma di quasi 25 milioni di euro.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Premiati i vincitori della VI edizione di Parole in Corsa 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it