IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Giovedì 17 ottobre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 17/10/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 11 | Marzo 2008
Trasporti -
Atacmobile esperimento riuscito, e con il 2008 arrivano le novità
(IPM) - 18/03/2008 - 

"Un modo per semplificare la vita di tutti noi". Sono queste le parole pronunciate dall’assessore alla Mobilità del Comune di Roma, Mauro Calamante presentando, insieme al presidente di Atac, Fulvio Vento, il nuovo servizio Atac Mobile.
L’innovativa iniziativa, voluta dal Comune e realizzata dall'Atac, in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente, consiste in un servizio di informazioni per ricevere news, il bollettino del traffico, tempi di percorrenza, calcolo del percorso, telecamere, informazioni utili e Paline, il tutto tramite cellulari e palmari . Il 14 maggio 2007 è partita la sperimentazione della prima gamma di servizi, con la possibilità di verificare i tempi di attesa dei bus alla fermata o i livelli di congestione e le informazioni sul traffico in citta. L’investimento complessivo è stato di circa 1milione di euro, così ripartiti: 711 mila euro stanziati da Atac, 211 mila 900 euro dal Ministero dell’Ambiente, 130 mila euro finanziati dal Comune di Roma.
I risultati della sperimentazione sono andati ben oltre le più rosee aspettative. Ecco alcuni numeri: numeri di iscritti circa 6000; 2800 accessi medi nei giorni feriali; 3100 gli utenti che accedono al servizio con regolarità; cresciute da 234 a 294 le linee coperte dal sistema, mentre le fermate servite da Atac mobile sono aumentate di mille unità, passando dalle 6486 del maggio scorso alle attuali 7499, sulle 8225 complessive. Diversificate le tipologie di accesso al servizio: cellulari e palmari 40%, Web 60%.
Il presidente di Atac ha definito tali risultati “molto soddisfacenti”, ed ha inoltre sottolineato: “Il triangolo tecnologia-comunicazione-moblità è centrale per il futuro delle città, e Roma è tra le esperienze più avanzate in Europa. La capitale è l'unica in Europa con un sistema così vasto. E città come Londra, Parigi e Genova seguono la nostra rotta”.
Nel corso della fortunata sperimentazione, i servizi più utilizzati in ordine di preferenza, sono stati:

  • la consultazione del menù “Paline”;
  • il “Trova Percorso”;
  • la consultazione del menù “Telecamere”;
  • la consultazione del “Bollettino del traffico”;
  • la consultazione del menù “Tempi di percorrenza”;
  • News e Informazioni.

Dall’inizio del 2008 però, quello che è nato come un esperimento, è diventato una realtà, sempre più efficace ed efficiente, con le seguenti novità:

  • servizio ancora gratuito per tutto il 2008;
  • servizio aperto a tutti (scompare la registrazione per l’accesso), basterà infatti collegarsi al sito atacmobile.it, sia tramite cellulare, sia tramite pc, per entrare nel mondo dei servizi di Atacmobile;
  • via ai test dei nuovi servizi, in quanto la consultazione del menù Paline, oltre ai tempi di fermata, indicherà la presenza sul bus di pedana per disabili, di Meb di bordo per l’emissione di biglietti, di sistema di aria condizionata e dei video Moby per l’informazione all’utenza.

Saranno inoltre potenziati i servizi di informazione per la mobilità, con la possibilità di verificare lo stato di congestione di alcune strade attraverso le immagini provenienti dalle 60 telecamere ubicate in altrettanti snodi importanti di Roma;
i tempi di percorrenza di alcuni tratti stradali sotto monitoraggio (ad oggi i lungotevere e Muro Torto); il percorso e le linee da prendere per andare da un punto all’altro della città.
“Tutto ciò - ha detto Calamante - è possibile grazie al fatto che Atac è tenutaria del sistema satellitare AVM di controllo del trasporto. Una struttura con varie applicazioni come quella offerta dal servizio. Un sistema che ha contribuito a garantire regolarità del trasporto pubblico: siamo infatti passati dall'81% di qualche anno fa all'attuale 92%. L'obiettivo resta il 96%”. Un sistema, secondo l'assessore "virtuoso, che garantisce anche la trasparenza”.
“La battaglia del trasporto pubblico - ha concluso - non è terminata. Ma siamo sulla strada giusta”.
Abbiamo citato fin’ora molti servizi, tutti utilissimi ma unidirezionali, cioè solo da Atac verso il cliente. Atacmobile, però, è anche qualcos’altro. Infatti, andando su atacmobile.it, tramite il BLOG, è proprio il cliente che viene chiamato a dare “qualcosa” all’Atac, in forma di critiche, commenti o suggerimenti sul grado di funzionalità del servizio, dando vita perciò ad un rapporto questa volta bidirezionale con l’azienda. Anche il blog si è rivelato un successo, in quanto le proposte, i commenti, le soluzioni e i contatti pubblicati sono stati alcune centinaia.
Ma non è finita qui, infatti, per consentire l'accesso ad Atacmobile anche da parte degli anziani, una fascia di utenti che non ha familiarità con internet, l'azienda ha già in cantiere altri
progetti: “Il prossimo passo - spiega Antonio Falvo, responsabile di Atac mobile - sarà sviluppare un sistema ad hoc per gli anziani che consenta, attraverso un qualunque cellulare, di accedere al servizio inviando un semplice sms”.
“Se, per esempio, l'utente vuole sapere come fare a raggiungere un determinato posto, basterà mandare la richiesta e Atac risponderà con un altro messaggio”.
“Inoltre - conclude Falvo - attiveremo il servizio text to speech dedicato ai non vedenti”.
Tutte le novità su Atac mobile verranno comunicate sul sito dell'azienda, www.atac.roma.it e attraverso una campagna di informazioni con affissioni e spot su radio e video.
Aspettiamo allora di ricevere ancora notizie più dettagliate sul funzionamento di un servizio già ottimo che, partito come un esperimento, è diventato una realtà, e ha tutti numeri per rappresentare una vera e propria rivoluzione del trasporto pubblico cittadino nella Capitale.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Premiati i vincitori della VI edizione di Parole in Corsa 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it