468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Domenica 22 settembre 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 22/09/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 5 | Luglio 2007
Metropolitana -
Aria fresca sulla Roma-Lido, entrano in servizio i Caf
(IPM) - 04/07/2007 - E' stato presentato il 25 giugno il Parco Museo della stazione di Porta San Paolo, alla presenza del sindaco di Roma, Walter Veltroni del presidente di Metropolitana di Roma, Stefano Bianchi, degli assessori alla Mobilità del Comune di Roma, Mauro Calamante, e della Regione Lazio, Fabio Ciani, e dell'amministratore delegato di Atac SpA, Gioacchino Gabbuti, il primo treno Caf-MA 300 destinato a prestare servizio sulla ferrovia regionale Roma-Lido di Ostia.
Il nuovo treno, composto da 6 vetture e lungo 108,08 metri, è dotato di aria condizionata, carrozze intercomunicanti, monitor e telecamere per la sicurezza, display con annunci di fermata e dispone di 210 posti a sedere per una capienza totale di 1200 passeggeri.
Il treno, realizzato dalla Società spagnola CAF, Construction Auxiliares de Ferrocarriles, è identico a quelli già in servizio dal gennaio 2005 sulla Linea A della metropolitana di Roma. Ogni convoglio ha avuto un costo di 6,7 milioni di euro finanziati per il 60% dallo Stato e per il 40% dal Comune di Roma. I CAF destinati alla Roma-Lido sono gli ultimi 6 della commessa di 42 treni ordinati per la Metro A.
"Quella di potenziare la linea - ha esordito Veltroni - è una scelta vitale per collegare la città a quella splendida realtà urbana che è Ostia. Bisogna sostituire il traffico via auto con un altro tipo di mobilità, un impegno che intendiamo assolvere grazie anche ai lavori della metro B e C. Nel giro di tre anni sulla ferrovia per Ostia cambierà il modo di viaggiare, ci sarà una migliore frequenza e una migliore capienza. Si concretizza il sogno di tanti ostiensi e di tanti romani - ha concluso il sindaco parlando della Roma Lido - che vedranno la loro ferrovia trasformarsi in una metro di superficie. Questo e' il mutamento più radicale".
"Con l'entrata in servizio di altri convogli - ha spiegato Bianchi - la frequenza scenderà a 6 minuti entro la fine del 2008, per raggiungere l'obiettivo dei 5 minuti di intervallo tra un treno e l'altro nel 2010, che trasformeranno questa linea in una metropolitana di superficie, dotata di 18 treni tutti con l'aria condizionata".
Il programma prevede anche il riammodernamento delle attuali Frecce del mare "oltre alla realizzazione della nuova stazione di Acilia sud-Dragona - ha ricordato Calamante - e alla ristrutturazione di Tor di Valle. Il tutto per un investimento complessivo di circa 106 milioni di euro stanziati da Comune e Regione".
L'assessore Ciani ha sottolineato come l'iniziativa "apporti una sicurezza e una puntualità indispensabili vista anche la mole di passeggeri che viaggia ogni giorno su questa linea".
Parole di soddisfazione da parte del CeSMoT - Centro Studi per la Mobilità e i Trasporti per il quale "l'entrata in esercizio delle nuove Frecce del Mare realizzate con i treni Caf, moderni, comodi e dotati di aria condizionata, inaugurano una nuova stagione per la ferrovia regionale Roma - Lido. Una grande conquista per le migliaia di pendolari che da tempo chiedono a gran voce forti interventi per trasformare la ferrovia per il Lido in una moderna linea metropolitana".
Positivo anche il commento del Comitato Utenti e Pendolari della Lido "Il Trenino" per il quale l’arrivo del nuovo treno è una vittoria per tutti gli utenti della ferrovia. Il comitato però non risparmia una piccola nota polemica sull’inaugurazione facendo notare che “portare dei nuovi convogli su una linea faccia parte dell'ordinaria amministrazione”.
Al termine della Conferenza Stampa le autorità hanno potuto effettuare un breve viaggio inaugurale a bordo del nuovo treno Caf tra la stazione di Porta San Paolo ed Eur Magliana. Al ritorno dal quale alle 12.15, il treno ha preso servizio regolare venendo letteralmente preso d'assalto dai viaggiatori che ne hanno potuto così sin da subito apprezzare le sue qualità.
La decisione di “spostare” i treni dalla linea A alla ferrovia regionale che collega il centro della città al litorale è stata presa dopo una serie di riunioni tecniche, coordinate dall’assessorato comunale alla Mobilità, fra i tecnici di Atac spa, Metropolitana di Roma spa, VII Dipartimento, direzione regionale trasporti e della società spagnola Caf che fornisce i treni. Al centro dell’analisi la ricerca di soluzioni tecniche per modificare i treni, pensati e prodotti per la linea A, e adattarli alle differenti caratteristiche della Roma-Lido. Gli interventi, che hanno riguardato i pantografi, il sistema di alimentazione, la carrozzeria e il sistema di condizionamento, sono stati sottoposti per approvazione all’Ustif del ministero delle Infrastrutture ottenendo il via libera dopo il collaudo definitivo.
L’operazione di spostamento dei treni dalla linea A, che verranno sostituiti ricorrendo all’integrazione di fornitura di 9 treni prevista dal bando di gara d’acquisto dei convogli, è stato approvata da Atac spa e comporta un investimento aggiuntivo di circa 81 milioni di euro da reperire e inserire nel piano investimenti del Comune di Roma per i prossimi anni. Altri 53 milioni di euro, invece, sono stati messi a disposizione dalla Regione Lazio per gli ulteriori interventi di ammodernamento e potenziamento della linea, comprese le nuove stazioni. Sempre nell'ambito del progetto di ammodernamento della Roma-Lido, Atac sta attuando l'installazione, lungo tutta la linea, di nuovi varchi automatici, operazione cominciata con la stazione di Porta San Paolo, dove il nuovo sistema di accessi, volto a scoraggiare l'evasione tariffaria, è già attivo. A partire dallo scorso mese di febbraio inoltre è stato avviato un programma per interventi straordinari di pulizia di stazioni. Gli interventi hanno riguardato tutte le aree delle stazioni aperte al pubblico (pavimenti, soffitti, pareti, vetri e infissi) con impegnative attività notturne volte anche alla rimozione del vandalismo grafico. D’intesa con la Regione Lazio e con i Municipi XII e XIII, si è definito un impegnativo programma di manutenzione straordinaria che interesserà tutte le stazioni della linea con particolare riguardo ai servizi per i passeggeri (sale d’attesa, pensiline, scale mobili, servizi igienici). Tale programma sarà finanziato dalla Regione Lazio per un importo di 8 milioni a valere sugli anni 2007-2008. Al termine di tutti gli interventi annunciati la Roma-Lido riuscirà a rispondere al meglio alle sfide a cui quotidianamente è chiamata.
L’arrivo dei nuovi mezzi permetterà così di togliere dal servizio il materiale più anziano. Il potenziamento della ferrovia porterà concreti vantaggi ai numerosi utenti e pendolari che quotidianamente utilizzano la Lido per i loro spostamenti che potranno avere treni confortevoli e puntuali. Potrà avvenire così il rilancio di Ostia, non più semplice quartiere dormitorio della periferia romana ma importante centro del litorale laziale, anche se, per decongestionare la Lido occorrerebbe realizzare ad Ostia delle strutture, come l’università, che permettano ai cittadini del litorale di evitare di recarsi a Roma.
Il prossimo passo verso una mobilità sostenibile nel litorale dovrà necessariamente essere quello di rivedere la rete di trasporto pubblico ATAC ad Ostia, più o meno immutata da oltre 40 anni, al fine di agevolare l’interscambio tra i mezzi di superficie e la ferrovia. IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Nessun articolo correlato




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it