468x60 Vacanze Ibiza
IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Lunedì 20 maggio 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 20/05/2019
\\ Home Page > Highlights
Ferrovie - Toscana
Anche la Toscana sigla il Contratto di Servizio per i trasporti regionali con Trenitalia
Treni in stazione a Firenze Santa Maria Novella
(IPM) - 31/12/2009 - 

Siglato tra la Regione Toscana e Trenitalia il nuovo Contratto di Servizio per il trasporto ferroviario regionale. L’accordo sarà valido sei anni con possibile proroga di ulteriori 6 anni e la durata del contratto consentirà un’adeguata pianificazione di investimenti e strategie di sviluppo.
A fronte di un volume complessivo di traffico di 22,83 milioni di treni-km annui, pari a oltre 900 treni al giorno, la Regione erogherà un corrispettivo annuo di circa 237,7 milioni di euro, comprensivo dei 51,9 milioni di euro provenienti dallo Stato e previsti dalla finanziaria 2009. La quota rimanente del costo del servizio, cioè oltre 111 milioni di euro, sarà coperta dai ricavi della vendita dei biglietti.
Inoltre la Regione riconosce a Trenitalia un incremento annuo del valore del contratto pari a 5 milioni di euro, per il rinnovo del parco treni, così da permettere l’immissione graduale in servizio di 23 nuovi convogli a doppio piano, 3 elettrotreni e 2 complessi leggeri, oltre alla ristrutturazione di tutte le vetture “media distanza” del proprio parco rotabili.
Al centro dell’accordo è stato posto il miglioramento della qualità dei servizi di trasporto, facendo tesoro delle esperienze precedenti e delle istanze degli utenti e delle associazioni dei consumatori. Il contratto stabilisce una serie di standard qualitativi relativi a puntualità, affidabilità, pulizia, affollamento, comfort e informazioni. E nel caso non vengano raggiunti, anche delle penali. 
Previsti indici di puntualità crescenti nell’arco dei 6 anni, da un minimo del 90% nel 2010 al 92% nel 2014 di treni con arrivo a destinazione all’orario programmato, mentre la Regione non pagherà i corrispettivi relativi ai treni cancellati per responsabilità di Trenitalia.
Migliorata la pulizia dei treni, sia con interventi veloci e di mantenimento in stazione, che quelle periodiche di base e profonde in officina, nel rispetto degli standard del contratto di pulizia dei convogli. Sarà posta particolare attenzione al corretto funzionamento di porte, servizi igienici, arredi, illuminazione e climatizzazione.
Previste informazioni complete e tempestive sia in treno e sia nelle stazioni (bacheche) riguardanti l’orario, le variazioni al servizio, le tariffe, le modalità di acquisto dei biglietti, nonché le necessarie informazioni in caso di improvvise modifiche di circolazione.
Il contratto prevede sanzioni nel caso di mancato raggiungimento degli standard qualitativi, ma anche premi nel caso glim obiettivi siano raggiunti in anticipo sui tempi stabiliti ed il controllo ed il monitoraggio sulla regolarità del servizio sono effettuati dalla Regione attraverso l’accesso diretto al sistema di controllo della circolazione dei treni. Il controllo dei fattori di qualità del viaggio è affidato all’Ispettorato Regionale dei Trasporti.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Ad Arezzo si investe sul treno con il progetto della ferrovia per Sansepolcro 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it