IlPendolare Magazine | Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
Giovedì 23 maggio 2019
Notizie dal mondo della mobilità e del trasporto pubblico
InfoMobilita del 23/05/2019
\\ Home Page > Magazine > Numero 13 | Maggio 2008
Trasporti -
Abbonamenti metrebus, nuova veste e grandi vantaggi
(IPM) - 15/05/2008 - 

Nuova veste grafica per gli abbonamenti Metrebus Atac. Fino a questo momento uguale ed indistinguibile per tutti i viaggiatori idonei ad usufruire della Card agevolata di € 18, dal mese di Maggio, la vecchia tessera mensile ridotta diventa personalizzata, imboccando due diverse strade.
La prima, riportando la dicitura specifica “Ridotto giovani e studenti”, viaggia verso i giovani e gli universitari. Si tratta di un abbonamento agevolato che, mantenendo inalterato il costo rispetto la vecchia tessera, permette di effettuare viaggi per un numero illimitato all’interno del Comune di Roma su bus di linea e Cotral, filobus, tram, metro A e B, sui treni regionali Met.Ro di Roma-Lido, Roma-Viterbo e Roma-Pantano e infine sui treni regionali Trenitalia, purché in seconda classe. A poter usufruire della tessera in questione sono i giovani fino al compimento del ventesimo anno di età e gli studenti universitari fino ai ventisei anni, a condizione che entrambe le categorie risultino residenti a Roma; per gli universitari non residenti sempre con un’età non superiore ai ventisei anni, l’agevolazione è concessa solo nel caso in cui gli stessi siano risultati vincitori di borsa di studio, o idonei vincitori conseguendo l’esclusione dal pagamento delle tasse universitarie, o ancora abbiano ottenuto l’alloggio gratuito presso la “Casa dello Studente”.
La seconda strada conduce verso gli anziani con un’età superiore ai sessantacinque anni e i titolari di pensione INPS in possesso di Roma Card. Il costo da sostenere per l’abbonamento e i vantaggi di cui è possibile godere sono gli stessi concessi a giovani ed universitari.
L’agenzia per la mobilità del Comune di Roma ha, inoltre, previsto ulteriori facilitazioni per due categorie di cittadini: i disoccupati e gli invalidi.
Nel primo caso, il mensile ha un costo di € 16,00. Sono considerati disoccupati i residenti a Roma iscritti alle liste di collocamento da almeno due anni dalla data in cui viene richiesto l’abbonamento agevolato; i non occupati che hanno perso le provvidenze della cassa di integrazione o dell’indennità di mobilità da almeno diciotto mesi; i non occupati che godono da oltre sei mesi dei trattenimenti di cassa d’integrazione o sono iscritti alle liste di mobilità. La condizione di disoccupato è inoltre determinata da presupposti di carattere economico quando il reddito non supera € 12.115 con un componente nel nucleo familiare; € 12.250 con due; € 15.917,00 con tre; € 22.406,00 con quattro; € 25.959,00 con cinque; € 29.146,00 con sei membri. Sono, infine, calcolati € 3.188,00 per ogni ulteriore componente appartenente al nucleo familiare.
Nel secondo caso, il mensile, agevolato a contribuzione, viene venduto a soli € 4,00.
L’abbonamento è riservato agli invalidi civili dal 67%; agli invalidi del lavoro dal 67%; agli invalidi con diritto di accompagno; agli invalidi di servizio ed ai titolari di pensione o assegno sociale; ai mutilati ed agli invalidi di guerra; ai decorati di Medaglia d’Oro al Valore Militare e ai Cavalieri di Vittorio Veneto.
Esistono, infine, due generi di tessere mensili ordinarie: Impersonali che, con un costo di € 46,00, sono cedibili e quindi utilizzabili da persone diverse; e Personali, di € 30,00, ad uso esclusivo.
Che si tratti di abbonamenti agevolati o ordinari, sono comunque molti i vantaggi riservati ai tesserati. E’ infatti possibile ottenere numerosi sconti, esibendo la propria Metrebus Card.
Sono previsti biglietti d’ingresso ridotti per Musei e Siti Archeologici del Comune di Roma; Palazzo delle Esposizioni; Scuderie del Quirinale; Goethe Institut; Casa di Goethe; Accademia di Francia Villa Medici; Museo del Giocattolo a Zagarolo; Galleria Nazionale d’Arte Antica Palazzo Barberini; Osterreich Institut Roma.
I vantaggi continuano a teatro: riduzioni per il Teatro Brancaccio, Lido, Eliseo, Olimpico, Teatro dell’Opera e Sala Umberto.
Per gli amanti dello shopping, tanti sono gli sconti di cui si può usufruire nei Centri Ottici Invista (15%) e Bernabei (10%); nella Discoteca Laziale (10%); nella libreria Mondadori di via Piave (13%) e in quella Don Bosco di via Marsala (15%).
Avere l’abbonamento Metrebus implica, inoltre, agevolazioni su diversi servizi come l’installazione di impianti GPL per la propria auto; detrazioni sulla tessera Insieme Salute (una mutua sanitaria integrativa no-profit); riduzioni sulla responsabilità civile o sulla garanzia incendio/furto per le automobili con l’Assicurazione Genertel.
Benefici anche per i peccatori di gola: sconti del 10% sui prezzi di listino nei McDonald’s e nei Pastarito/Pizzarito aderenti all’iniziativa.
Aldilà, comunque, dei favori di cui un abbonato gode, essere in possesso della tessera serve: in caso di controllo da parte degli addetti Atac, chi è sprovvisto di abbonamento o BIT è soggetto a una multa pari a € 101,00.
Essere abbonati Metrebus, insomma, conviene.

IPM - IlPendolareMagazine © www.ilpendolare.it



I Vostri Commenti

 
Articoli Correlati

Premiati i vincitori della VI edizione di Parole in Corsa 




   
Mensile
 
Highlights
 
Sezioni
 
Arretrati
Notiziario
 
InfoMobilità
     



a cura di ilMeteo.it